Giovedi, 18 Ottobre 2018

Back ECONOMIA Categorie Alimentari A Casa o al Bar Fare Colazione Costa Sempre di Più, in Aumento gli Italiani Che la Saltano

A Casa o al Bar Fare Colazione Costa Sempre di Più, in Aumento gli Italiani Che la Saltano


cappuccino2803.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Qualche mese fa abbiamo riportato la notizia che gli aumenti dei costi per la pausa pranzo al bar o al ristoranteaumenti
dei costi per la pausa pranzo al bar o al ristorante (il 25% in più in due anni) hanno fatto passare l'appetito agli italiani, che sempre più spesso si arrangiano con un pranzo al sacco. Oggi vogliamo vedere come i rincari registrati nell'ultimo periodo hanno influenzato il rapporto degli italiani con la colazione, sia a casa che al bar. Ad affrontare l'argomento è stata nei giorni scorsi l'associazione dei consumatori Adoc che ha scattato una fotografia dei prezzi della prima colazione. Dai dati riportati emerge che i costi di una colazione al bar sono aumentati ben oltre l'inflazione e quest'anno per il classico caffè più cornetto si arrivano a spendere quasi 2 euro, il 13,5% in più. Il costo per un cappuccino risulta in crescita del 9%, quello di un panino del 6,4%, mentre un tramezzino costa il 2,3% in più. Rincarano anche i prodotti a base di orzo: +3,7% per il cappuccino, e i decaffeinati, mentre risultano stabili il tè e il caffè al ginseng.
Va un po' meglio per chi fa colazione a casa, ma i rincari medi dei prodotti per la colazione si aggirano intorno al 3%. Tra le mura domestiche i rialzi maggiori li hanno subiti la frutta (+11,1%), i succhi di frutta (+7,6%), le merendine preconfezionate (+7,3%) e il burro (+5,5%). Rincari anche per lo zucchero (+2,9%), il miele (+3,4%), il latte (+1,8%), i cereali (+1,9%), mentre i prezzi di fette biscottate e degli altri sostituti del pane sono rimasti stabili.
I rincari, spiega l'Adoc non incidono solo sul portafogli ma vanno ad influenzare anche gli stili di vita degli italiani. Infatti, secondo un sondaggio dell'associazione, è in aumento il numero di consumatori che salta la colazione, arrivato a circa il 15% del totale, ben il 7% in più dal 2007. I rincari dei prezzi registrati nei bar spingono l'86% dei consumatori a fare abitualmente, almeno 5 giorni a settimana, colazione a casa.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Più bassa è invece la percentuale di chi vi rinuncia nei weekend e durante le feste (77%). Insomma per dirla con le parole del presidente dell'associazione, carlo Pileri : “La crisi si avverte sin dal mattino mentre si fa colazione”
Ma cosa mangiano gli italiani per colazione?
Secondo l'indagine dell'AdocAdoc 6 consumatori su dieci preparano una colazione semplice, composta da una bevanda e da un alimento, il 23% l'arricchisce con una bevanda o un alimento in più, solo l'11% la fa abbondante, con una o due bevande e due o più alimenti. Infine il 6% del campione consuma una colazione minima, composta o da una sola bevanda o da un solo alimento.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


CREDIT
JasmicJasmic by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed