Domenica, 28 Maggio 2017

Back ECONOMIA Categorie Alimentari GUIDA AI CLAIMS PUBBLICITARI DEGLI ALIMENTARI: COME DISTINGUERE LE INFORMAZIONI DALLA PUBBLICITÀ

GUIDA AI CLAIMS PUBBLICITARI DEGLI ALIMENTARI: COME DISTINGUERE LE INFORMAZIONI DALLA PUBBLICITÀ


unclaimsaliment0311.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

L'Unione Nazionale Consumatori (UNC) del Lazio ha pubblicato un'interessante guida dal titolo "Pubblicità alimentare e salute dei consumatori - come riconoscere le virtù benefiche dei cibi senza false illusioni". La guida realizzata nell'ambito di un progetto della Regione Lazio ha l'obiettivo di fornire ai consumatori maggiori informazioni sulla pubblicità alimentare, mettendoli in guardai su eventuali abusi e informazioni scorrette presente nei claims.
La pubblicità alimentare, infatti, risulta essere, secondo un'indagine svolta dalla UNC quella ritenuta dai consumatori come maggiormente utile per gli acquisti ed in grado di informare meglio, sebbene induca a consumare più del necessario. Un dato quest'ultimo confermato anche recentemente dalla Coldiretti, secondo cui il 30% del cibo acquistato dagli italiani finisce nella spazzatura30%
del cibo acquistato dagli italiani finisce nella spazzatura. Ecco il motivo per cui i claims pubblicitari devono essere verificati e contenere informazioni corrette che non fungano solamente da richiamo per i consumatori. Nelle pubblicità alimentari si sente spesso riferimenti salutistici del prodotto in grado di mettere al riparo da malattie gravi (quali tumore ed infarto), proteggere dall'invecchiamento, rafforzare le difese immunitarie o ancora aumentare la soglia di concentrazioni. Informazioni di sicuro effetto ma che spesso non sono suffragate da certezze scientifiche. Secondo l'UNC, infatti l’80% dei claims pubblicitari sottoposti al parere dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) di Parma sono stati bocciati principalmente per mancanza di adeguati studi scientifici comprovanti gli effetti benefici per la salute. In più accade spesso che vista la mole di lavoro che l'Authority è costretta a giudicare, i tempi di approvazione si allungano e i consumatori rimangono sottoposti ad informazioni pubblicitarie che di informativo hanno ben poco. Tutto ciò in contrasto con l'articolo 2 del Codice del Consumoarticolo 2 del Codice del Consumo che prevede il diritto ad una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità, leale, trasparente, e che non inganni sulla natura e sulle qualità del prodotto reclamizzato. Di qui l'importanza della guida che si pone lo scopo di offrire ai consumatori un'informazione ragionata sui claims nutrizionali e salutistici che accompagnano la presentazione dei prodotti alimentari di largo consumo.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nella guida viene dato ampio spazio al tema dell'etichetta specificando quali informazioni contiene e a quali elementi prestare attenzione (data di scadenza, indicazione di provenienza, presenza di allergeni etc). Viene ricordato, sempre in tema di etichettatura, che dal 1 luglio, nell'Unione Europea tutti i prodotti preconfezionati biologici devono obbligatoriamente recare in etichetta il nuovo Logo biologico Euro Leaf
etichetta il nuovo Logo biologico Euro Leaf. La guida approfondisce anche i temi dei claims nutrizionali e salutistici indicando quali informazioni sono consentite e quali no. Viene fornito qualche esempio di claims bocciato dall'EFSA e viene approfondito il tema di pubblicità ingannevole, a partire dai riferimenti normative.
Chiude la guida una sezione dedicata alle domande frequenti sul tema dell'etichettatura e dei claims pubblicitari e un appendice di approfondimento sulle decisioni a favore dei consumatori contro la pubblicità ingannevole.
La Guida “Pubblicità alimentare e salute dei consumatori - come riconoscere le virtù benefiche dei cibi senza false illusioni” è disponibile per il download sul sito dell'Unione Nazionale Consumatori del Lazio, a questo indirizzo

questo
indirizzo
 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed