Mercoledi, 24 Ottobre 2018

Back ECONOMIA Categorie Alimentari Prodotti Alimentari: Negli Ultimi Tre Anni le Famiglie Hanno Ridotto i Consumi di 336 Euro l’Anno

Prodotti Alimentari: Negli Ultimi Tre Anni le Famiglie Hanno Ridotto i Consumi di 336 Euro l’Anno


supermarket2502.gif

Secondo i dati forniti dalla Cia, Confederazione Italiana Agricoltori, a causa della crisi economica gli italiani stanno continuando a ridurre i consumi di prodotti alimentari, modificando così in maniera importante le loro abitudini a tavola.
Il potere d’acquisto sempre più ridotto delle famiglie italiane ne sta riducendo in maniera costante i consumi alimentari, al punto che se nell’anno 2008 la spesa media mensile per l’acquisto di cibo e bevande era pari a 475 euro, nel 2009 è scesa a 461 euro, per poi calare ulteriormente nel 2010 raggiungendo quota 447 euro. Ciò significa dunque che nell’arco di soli tre anni, gli italiani hanno mediamente ridotto i consumi di prodotti alimentari di circa 30 euro al mese, ovvero ben 336 euro in meno su base annua.
Il drastico calo dei consumi alimentari risulta infatti ancor più evidente confrontando le somme medie spese al supermercato dagli italiani durante l’anno: nel 2008 si destinavano a cibo e prodotti alimentari ben 5.700 euro all’anno, cifra scesa nel 2009 a 5.532 euro ed ulteriormente ribassata nel 2010, con soli 5.364 euro.
La diminuzione del budget destinato ai prodotti alimentari ha fatto in modo che cibi e bevande risultino avere sempre meno peso sulla spesa totale all’interno del territorio nazionale: nel giro del triennio considerato, infatti, gli alimenti sono passati dall’essere il 17,3% della spesa complessiva delle famiglie al 16,5%.
Alla luce di questo, ovviamente, si sono radicalmente modificate anche le stesse abitudini degli italiani a tavola. Secondo l’indagine di Cia, infatti, il 60% delle famiglie intervistate ha dichiarato di aver modificato il menu ed il 35% di aver limitato gli acquisti.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



A calare non è soltanto il consumo di prodotti alimentari superflui, ma anche gli alimenti primari vengono acquistati molto meno per via delle minori disponibilità economiche. Il 40,4% degli italiani ha diminuito gli acquisti di frutta e verdurafrutta e
verdura , il 36% gli acquisti di pane e pasta ed il 39,5% quelli di carne e pesce. Si risparmia inoltre anche sulla qualità, dal momento che il 34% delle famiglie ha dichiarato esplicitamente di optare per prodotti di qualità inferiore ed il 30% di rivolgersi quasi esclusivamente ai prodotti in offerta.
A conferma di quest’ultimo aspetto, infine, vi è anche il fatto che è notevolmente cresciuto il business degli hard discount, l’unico genere di punto vendita alimentare che nel 2010 ha visto crescere le vendite (+1,3%).

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed