Giovedi, 15 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Alimentari Sicurezza Alimentare: in Aumento i Controlli, i Reati e le Sanzioni Comminate Dal Corpo Forestale

Sicurezza Alimentare: in Aumento i Controlli, i Reati e le Sanzioni Comminate Dal Corpo Forestale


olio3193.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Il Corpo Forestale dello Stato ha presentato oggi il bilancio della propria attività di controllo nel settore della sicurezza agroambientale ed agroalimentare. Rispetto al 2009 risultano in aumento i reati accertati e i controlli effettuati, così come anche il numero di persone denunciate all'Autorità Giudiziaria.
Nello specifico gli illeciti amministrativi contestati nel 2010 sono stati 772 contro 359 del 2009 (+115%) per un importo complessivo di 1,525 milioni di euro, mentre i controlli effettuati sono passati dai 4423 del 2009 ai 5056 del 2010 (+14,3%). Inoltre i reati accertati sono passati dai 75 del 2009 ai 102 del 2010 (+36%) e le persone segnalate all'Autorità Giudiziaria dalle 64 del 2009 alle 120 del 2010 (+87,5%). Dati che testimoniano, come ha sottolineato lo stesso Corpo Forestale dello Stato, la capillare ed intensa attività operativa svolta a tutela delle produzioni agroalimentari, della sicurezza e della salute dei cittadini. Obiettivi dell'attività di indagine sono quelli di assicurare ai cittadini la qualità degli alimenti e la salubrità dell'ambiente di coltura delle produzioni agrarie attraverso la salvaguardia delle principali filiere agroalimentari dalle sofisticazioni e dalle contraffazioni e attraverso i controlli sui terreni. Al consumatore, infatti, devono essere garantiti prodotti sicuri e di alta qualità e per questo deve essere monitorato ogni singolo anello della catena alimentare "dal campo alla tavola", per una trasparente tracciabilità dei percorsi di produzione e degli alimenti.
Una delle battaglie più difficili che il Corpo Forestale dello Stato si trova a dover combattere è quella della lotta alla contraffazione, in cui, come sottolineato dall'ufficio stampa Nazario Palmieri, l'agroalimentare vanta il primato della falsificazione  con un valore di circa 140 miliardi di euro.
In proposito il Capo del Corpo Forestale dello Stato, Cesare Patrone, ha assicurato che “ Il sistema dei controlli funziona. Facciamo molto ma si deve fare di più”. Tra le operazioni segnalate come emblematiche vi è quella che ha portato al sequestro di circa 200 confezioni di Gorgonzola Dop contraffatto e destinato alla Grande Distribuzione in provincia di Brescia. In realtà si trattava di un generico formaggio erborinato sprovvisto dei marchi consortili di riconoscimento. O ancora quella relativa allo “olio deodorato”, in cui sono stati scovati 450 mila chilogrammi di olio deodorato e di bassa qualità spacciati come olio extravergine e venduti ad un prezzo tre volte superiore al reale valore commerciale.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



I CONTROLLI MAGGIORI NELLE REGIONI
Le Regioni dove sono stati effettuati i maggiori controlli nel settore della sicurezza agroambientale ed agroalimentare sono stati il Piemonte con circa 800 controlli (di cui 133 nel settore Agricoltura biologica OGM, DOP, IGP e 143 in quello vitivinicolo) per un importo complessivo delle sanzioni elevate pari a oltre 200 mila euro, in crescita del 150% rispetto al 2009 (80 mila euro). Segue la Calabria con più di 600 controlli (di cui 108 nel settore Agricoltura biologica OGM, DOP, IGP) per un importo complessivo delle sanzioni elevate di oltre 70 mila euro, in calo del 33,4% rispetto al 2009 (105 mila euro) e la Toscana con 537 controlli (di cui 140 nel settore zootecnico e 149 in quello vitivinicolo) per un importo totale di quasi 90mila euro, il 125% in più del 2009 (40 mila euro). Al quarto posto troviamo le Marche, dove a fronte di un aumento del numero dei controlli nel 2010, passati dai 407 del 2009 ai 525 del 2010 (+29%) si è registrata una sensibile diminuzione degli importi complessivi comminati, in calo del 76,7% dai 420 mila del 2009 ai circa 98 mila del 2010.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
96dpi
96dpi
by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed