Domenica, 20 Agosto 2017

Back Alimentari Spesa Alimentare: Ecco Dove Conviene Farla per Risparmiare Fino a 1300 Euro l'anno

Spesa Alimentare: Ecco Dove Conviene Farla per Risparmiare Fino a 1300 Euro l'anno


spesa alimentare, carrello, supermercato

Secondo Confcommercio l'aumento percentuale delle spese obbligate sul totale dei consumi è da ascriversi anche alla mancanza di concorrenza nei mercato di alcuni beni. Uno dei mercato in cui la concorrenza esiste e si fa sentire è quello della spesa alimentare, sebbene, sia anche uno di quelli in cui le famiglie tendono a tagliare maggiormente gli acquisti al calare del reddito disponibile. Ma quanto si fa sentire questa concorrenza nel settore alimentare? Anche fino a 1300 euro l'anno. A riferirlo è la consueta indagine di Altroconsumo sui prezzi dei prodotti alimentari che quest'anno ha visto occupati i tecnici dell'associazione nella rilevazione di 887 mila prezzi di 108 categorie merceologiche, in 949 punti vendita di 61 città italiane.

Il punto di partenza è il medesimo dello scorso anno, ovvero che ogni famiglia spende in media 6300 euro l'anno per fare la spesa, così come il punto di arrivo, cioè che dove è ampia l'offerta di supermercati, ipermercati e hard discount, si registrano grandi possibilità di risparmio. Quello che cambia sono i risultati e la “scoperta” che quasi nessuna insegna offre gli stessi prezzi su tutto il territorio nazionale, adattandoli al costo della vita della zona e all'offerta dei concorrenti più diretti. Maggiore è la concorrenza, maggiori sono le offerte per i consumatori, una regola tanto semplice da apparire quasi banale, se non vivessimo in Italia, paese dove più della metà del mercato non è liberalizzato né aperto alle dinamiche concorrenziali.
Vediamo allora dove conviene fare la spesa in Italia.
A fronte di un risparmio medio di 700 euro, la città più conveniente di Italia risulta essere Alessandria, dove la competizione tra insegne permette di fare la spesa scegliendo i prezzi più bassi con un risparmio annuo di 1310 euro. Decisamente positiva anche la situazione rilevata a Firenze con un risparmio possibile di 1179 euro, a Pesaro (1124 euro) e a Modena (1093). Risparmii annui sopra i mille euro si sono registrati anche a La Spezia con 1063 euro, ad Arezzo con 1040 euro e a Milano con 1026 euro. Dall'altra parte le città meno convenienti sono risultate essere Caserta dove si è registrato un risparmio medio di soli 102 euro, seguita da Aosta con 164 euro e da Foggia con 169 euro. Il Mezzogiorno, spiega Altroconsumo risente della mancanza di concorrenza e mostra livelli di risparmio minori soprattutto in Calabria, Sardegna e Sicilia. La prima città del Sud per livello di risparmio risulta essere Napoli, in tredicesima posizione assoluta, e con un risparmio medio possibile di 883 euro l'anno.

 

CONSIGLI PER RISPARMIARE: A COSA FARE ATTENZIONE
AltroconsumoAltroconsumo consiglia di prestare molta attenzione all'interno del singolo punto vendita, visto che le offerte promozionali sui prodotti di marca consentono di risparmiare in media il 23%. Percentuale che sale al 38% se si scelgono confezioni a marchio commerciale e al 42% per i prodotti a primo prezzo. Re del risparmio è l'Hard discount, dove si possono trovare offerte scontate anche più del 50% del prezzo normale.
Interessante è poi per l'associazione l'emergere di nuove catene ed insegne nella classifica della concorrenza, come per esempio Galassia presente a Verona che è risultato essere il supermercato dove fare la spesa-tipo al prezzo più contenuto in assoluto e U2, dell'Unes.
Per Altroconsumo la novità è rappresentata proprio da queste realtà di piccole e medie dimensioni, che hanno una strategia di prezzi competitivi soprattutto sui prodotti di marca. Una tendenza che potrebbe portare presto al ritorno del punto vendita di vicinato, caratterizzato da una formula distributiva più agile, piccola e facilmente accessibile perchè interna al centro urbano. Una soluzione che potrebbe incontrare le esigenze del consumatore sotto due aspetti, quello della mobilità sostenibile e quello della convenienza, soprattutto sui prodotti di marca.

RISORSE:

;


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed