Sabato, 25 Novembre 2017

Back TECNOLOGIA Categorie Applicativi PMI e Comunicazione: le Insidie Dei Social Media

PMI e Comunicazione: le Insidie Dei Social Media


PMI, social media, social network,

Per le PMI (piccole e medie imprese) la comunicazione è un obbligo, proprio come per le grandi. Anzi, le loro rispettive dimensioni impongono una ricerca abbastanza assidua della visibilità. I social media (e i social network in particolare), al giorno d’oggi, permettono di comunicare, di farsi conoscere, senza spendere tantissimo denaro. Nondimeno, sono strumenti che vanno usati con cura perché nascondono molte insidie.
L’errore più grande che un piccolo imprenditore possa fare è considerare il web come un contenitore ‘universalistico’ nel quale riversare indistintamente tutte le attività di comunicazione che non riesce a mettere in pratica offline. E’ il miglior modo per fare danni.
Dunque è necessario innanzitutto fare comunicazione targettizzata. Scegliere un target preciso, magari ristretto, e ricamarci su il messaggio. Inoltre, sempre in base al target, va scelto il canale adatto nel quale far passare i contenuti. Sono questi i nuovi imperativi della pubblicità.

Tutto ciò segna una differenza notevole con la pubblicità tradizionale. Perché questo cambiamento? Il motivo va ricercato nel sopraggiunto ‘potere’, acquisito di recente dal consumatore, di consegnare feedback repentini al datore di comunicazione. Il vero problema è che i commenti su internet possono essere letti da tutti. Dunque una comunicazione sbagliata, o diretta alle persone sbagliate, incentiverà l’immissione di commenti negativi con il rischio di allontanare nuovi potenziali clienti.

I consigli per arginare questo problema sono i seguenti: oltre alla succitata targettizzazione del messaggio, è necessario che l’imprenditore, o chi per lui, controlli da vicino le vicissitudini del messaggio immesso in rete. In parole povere, è obbligatorio informarsi di quello che gli internauti pensano del prodotto che è stato ‘sbattuto’ in rete. La comunicazione sul web, in special modo quella sui social network, impone al comunicatore una perenne passeggiata sul filo del rasoio, con un occhio attento alla strada da percorrere e l’altro attento a quel che fanno e dicono gli altri, ossia i consumatori (e in misura minore anche i concorrenti).
Detta così sembra quasi che i social media procurino solo un mucchio di guai. Ovviamente non è così: se trattati al meglio, infatti, garantiscono risultati irraggiungibili dalla pubblicità tradizionale. Il beneficio più grande ricavabile da un’attenta ed efficace comunicazione online è l’instaurazione di una comunità di marca fedele e ‘contagiosa’. Infatti, se i commenti negativi possono distruggere in pochi click la reputazione di un’azienda, i commenti positivi non solo possono migliorarla ma possono anche innescare un processo di avvicinamento reciproco tra i consumatori (effetto virale). Essi, se scoprono di condividere interesse attorno a un prodotto ad una marca possono decidere di incontrarsi in un non-luogo (una pagina di Facebook o un blog) per parlare dell’oggetto ‘apprezzato’. E’ così che si instaura quel circolo virtuoso che produce, alla fine, pubblicità gratis. Il contagio, di fatti, avviene per ‘passaparola’, particolarmente virale se ha il web e i social network come piattaforme prevalenti.
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 

CREDIT
carrotcreativecarrotcreative by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed