Venerdi, 21 Settembre 2018

Back TECNOLOGIA Categorie Applicativi In Italia la Quota di Persone Che Legge Giornali, News o Riviste Dal Web è Tra le Più Basse d'Europa

In Italia la Quota di Persone Che Legge Giornali, News o Riviste Dal Web è Tra le Più Basse d'Europa


deutschebanking.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Abbiamo visto nei giorni scorsi qual è la diffusione in Italia dei quotidiani cartaceidiffusione
in Italia dei quotidiani cartacei, sottolineando come la carta stampata stia perdendo negli ultimi anni seguito tra i lettori. Oggi vogliamo vedere se questo minor seguito è stato in qualche modo acquisito dai nuovi media online o è semplicemente sinonimo di minor interesse da parte dei consumatori ad informarsi. Ricordiamo che l'accesso alle tecnologie telematiche ha come vincolo di base comunque la diffusione della rete internet, a cui ha accesso solamente il 60% delle famiglie italiane60%
delle  famiglie italiane.
Secondo l'Istat nel 2010, in Italia, il 20,6% della popolazione con più di 6 anni ha dichiarato di leggere o scaricare giornali, news o riviste dal web, nei tre mesi precedenti l'intervista. Negli ultimi cinque anni tuttavia questa percentuale è quasi raddoppiata dall'11% registrato nel 2005, dimostrando dunque un grande interesse verso questo genere di soluzioni. Considerando la fascia di popolazione che va dai 15 ai 74 anni nel 2010, in Italia il 24% del campione ha utilizzato internet nei tre mesi precedente l'intervista per leggere o scaricare giornali, news. Si tratta di una percentuale inferiore di 10 punti percentuali alle media dell'Unione Europea a 27 (34%) che colloca il nostro Paese al sestultimo posto in Europa. Peggio di noi si collocano solamente la Polonia (17%), la Bulgaria (20%), l'Irlanda e Francia (entrambe al 21%) e la Romania (22%). Nonostante stupisca il fatto che la percentuale italiana sia maggiore di quella francese, il dato nostrano rimane di 18 punti percentuali al di sotto di quello Tedesco (42%) e di 19 punti sotto quello del Regno Unito.
Dall'altra parte gli Stati in cui è maggiore la percentuale di popolazione che utilizza internet per leggere o scaricare giornali, news e riviste sono la Finlandia (74%), l'Estonia (66%) e la Danimarca (63%).
Tornando all'Italia, l'Istat sottolinea come la propensione all’accesso ai contenuti culturali da web sia maggior tra gli uomini (24,5%) piuttosto che tra le donne (16,9%). Come è facilmente intuibile i giovani sono i più inclini all'utilizzo della rete per accedere ai contenuti digitali soprattutto quelli nella fascia di età tra i 20 e i 24 anni. 

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Dall'altra parte il valore più basso si riscontra per gli ultra settantacinquenni (0,9%). In generale comunque dai 15 ai 54 anni la percentuale di popolazione che accede a giornali, news e riviste tramite la rete è superiore alla media nazionale.
A livello territoriale la zona d'Italia con la percentuale maggiore di fruitori di giornali e riviste online è il Centro con il 23,6% della popolazione seguito dal Nord-ovest (22,8%), dal Nord-est (21,6%) e dal Mezzogiorno (16,6%). Le tre regioni con le percentuali maggiori risultano essere il Lazio (25%), seguito dalla Toscana (23,8%) e dalla Lombardia (23,4%). Viceversa quelle con la percentuale più bassa sono la Campania con il 15,3% della popolazione con più di sei anni, seguita dalla Sicilia con il 15,6% e dalla Calabria con il 16,3%.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed