Giovedi, 19 Luglio 2018

Back TECNOLOGIA Categorie Applicativi L'Informatica è Sempre Più Presente Nel Lavoro e Nella Scuola. 7 Giovani su 10 Sono Autodidatti

L'Informatica è Sempre Più Presente Nel Lavoro e Nella Scuola. 7 Giovani su 10 Sono Autodidatti


tecnologia, informatica, scuola, giovani, lavoro
Si è svolto nei giorni scorsi un seminario a cura di Isfol ed Asstel dedicato all’'impiego delle tecnologie informatiche nell’'ambito del lavoro, da cui è emerso che l’'utilizzo delle varie piattaforme IT risulta sempre più centrale per diversi ambiti professionali. Proprio nei giorni scorsi, tra l’'altro, abbiamo discusso dei dati riguardanti i costi per i cittadini legati alla carenza di conoscenza dei sistemi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni locali, evidenziando come la scarsa dimestichezza con questi strumenti rappresenti un notevole freno all’'efficienza dei servizi pubblici.

Secondo i dati emersi, la sempre maggiore rilevanza degli strumenti informatici sta modificando in maniera importante il modo di operare in differenti ambiti lavorativi, rendendolo più pratico e più veloce, a patto però che il lavoratore abbia una dimestichezza adeguata con gli strumenti a disposizione.
Sarebbero circa il 60% degli occupati italiani ad utilizzare le tecnologie dell'’informazione per il lavoro, soprattutto per quanto riguarda categorie di lavoratori come i professionisti specializzati ed i tecnici. Per i primi, il 12,2% sostiene che l’'IT abbia un livello di importanza elevato, mentre per  il 5,2% molto elevato; quanto ai tecnici, invece, l’'11,6% sostiene che l'’IT abbia un’'importanza elevata ed il 7% molto elevata.
Non sembrano ancora essere particolarmente approfondite le conoscenze informatiche dei lavoratori impegnati nel settore impiegatizio, sebbene il 90,5% ritenga “mediamente importante” l’'utilizzo di questi strumenti. Nella medesima situazione sarebbero comunque anche dirigenti ed imprenditori.

La crescita dell’'utilizzo delle tecnologie IT sarebbe sempre più rilevante anche nel settore della formazione scolastica, sulla base di un’'indagine sull’'e-learning realizzata con il Ministero dell’'Istruzione, dell'’Università e della Ricerca, infatti, molti docenti sarebbero attivamente impegnati nel rendere le esperienze di formazione digitale parte integrante dei processi di apprendimento e non dei semplici eventi episodici.
Più precisamente, il 73,7% dei docenti adotta le nuove tecnologie per erogare e produrre materiale in modo integrato agli alunni.
Per quanto riguarda il livello di dimestichezza con gli strumenti informatici dei giovani, si evidenziano ancora delle discrete correlazioni tra lo status della famiglia ed il livello di alfabetizzazione digitale. Ovvero più è basso il livello culturale della famiglia e degli stessi giovani più è bassa l’'utilizzazione delle nuove tecnologie, in ogni caso, la ricerca riporta che il 47% dei ragazzi utilizza il computer e la rete in maniera sporadica.
Risulta necessario, dunque, un maggiore impegno da parte delle istituzioni scolastiche nell’'avvicinare i giovani all'’utilizzo delle tecnologie informatiche, anche se ben il 70% dei cittadini appartenenti a questa fascia di età ha imparato l’'uso del pc da autodidatta, al di fuori delle aule scolastiche. 

RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed