Venerdi, 24 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Carburanti

Benzina

BENZINA MENO CARA CON UN SMS

ImageCi siamo occupati spesso di tematiche relative al carobenzina, sia con analisi sulle problematiche del sistema distributivo italiano.  sia proponendo alcune soluzioni per risparmiare qualcosa sul pieno. Oggi voglio tornare sull'argomento per illustrare un'ottima iniziativa, presentata qualche giorno fa a Roma da Faib Confesercenti, Figisc Confcommercio e Fegica Cisl in accordo con Himin holding. "Clic&Clic Fuel", questo è il nome del progetto, sorge in un periodo in cui il greggio ha toccato i suoi massimi storici, sfiorando la cifra record di 100 dollari al barile, con ripercussioni pesanti sui prezzi dei carburanti alla pompa. Ma come funziona questo "Clic&Clic Fuel" ? Il sistema è semplicissimo: quando si vuole far rifornimento, basta mandare un sms al numero del servizio (48472) indicando benzina o diesel e l'indirizzo in cui ci troviamo. Un sms ci avviserà circa la posizione dei distributori, i prezzi praticati ed eventuali  offerte  commerciali dei punti vendita. Il servizio fornisce anche indicazioni circa la compagnia più vicina, per cui, se stiamo raccogliendo i punti di una determinata marca, oppure abbiamo accordi aziendali con una certa compagnia, non dovremo far altero che affiancare a benzina o diesel il nome della compagnia ricercata ( agip, erg, esso, etc etc). Il servizio è attivo in ogni zona d'Italia,  autostrade incluse ad un costo variabile a seconda del proprio operatore telefonico.

Add a comment

PREZZO CARBURANTI , SITUAZIONE SENZA USCITA?

Sciopero BenzinaiMi sono spesso scagliato contro la politica dei prezzi dei carburanti in Italia, identificando più volte, per la verità, nel Benzinaio il mandante di un crimine crudele. Ho già parlato degli aumenti tatticiaumenti tattici (qualcuno li definirebbe stagionali) dei prezzi promossi dalle compagnie e delle piccole possibilità di risparmiopossibilità di risparmio  utilizzando servizi che, grazie alla collaborazione degli utenti, segnalano il distributore con i prezzi più bassi della zona. Oggi, complice la notizia della minaccia di un lungo sciopero, (15 giorni) promossa dai sindacati dei benzinai, voglio tentare di fare un'analisi più tecnica che tenga conto della quota di reddittività che va ai vari soggetti della catena del valore dei carburanti.  Prima di partire è meglio chiarire, che la protesta dei Benzinai si erge contro i nuovi emendamenti del ddl sulle liberalizzazioni, che prevedono l'apertura del mercato dei carburanti  verso la Grande Distribuzione  Ricorderete forse, che proprio l'apertura alla grande distribuzione era una delle proposte che le compagnie petrolifere avevano presentato all'antitrust per evitare di subire sanzioni dall'authority. Ma torniamo a noi.

Add a comment

BENZINA MA QUANTO MI COSTI

carobenzina,Ultimamente non si fa che parlare dei prezzi dei carburanti, troppo cari in Italia da sempre e troppo cari al momento giusto o sbagliato, a seconda che, ai distributori, ci siano i petrolieri o i consumatori che si recano in vacanza. Questo deve essere stato anche il sospetto del ministro per lo sviluppo economico, Pierluigi Bersani, che ha convocato per venerdì 10 agosto, l'Unione petrolifera, con l'obiettivo di verificare i motivi per cui i carburanti, nei momenti di grande esodo (vacanze estive, natalizie e pasquali) subiscono un‘impennata, per così dire, tattica. Già perché, secondo le statistiche la forbice tra i carburanti italiani e quelli europei si allarga nei periodi di maggior traffico ed è attualmente stimata in circa 7,4 centesimi al litro per la benzina e ben 9.5 centesimi per il diesel, con un incremento nominale da inizio anno di circa il 10,66%. Dall'altra parte, in un botta e risposta un po' grottesco, Pasquale de Vita , presidente dell'unione Petrolifera fa sapere che la forbice con il resto dell'Europa, non è poi così ampia e che non sono in atto né speculazioni né cartelli, ma rileva, come una situazione strutturale pessima nel sistema distributivo e fiscale che sommata ad una tendenza generale al disfattismo, fa vedere all'opinione pubblica solamente le tendenze dei prezzi al rialzo e non al ribasso. In mezzo ai due fuochi le associazioni consumatori tuonano e minacciano guerra, invocando interventi futuri a riforma del sistema e nell'immediato proponendo (codacons) uno sciopero bianco il giorno di ferragosto , e un boicottaggio anche nei giorni precedenti alla festività, per quelle compagnie che decidessero di non abbassare i prezzi di almeno 3 centesimi al litro.

Add a comment

CARO BENZINA A NOI DUE!

ImageAvevamo già parlato in uno dei nostri precedenti articoli del problema caro benzina, ma poiché mai argomento fu più azzeccato di "sti tempi", noi di BlogRisparmio abbiamo deciso di proporvi un altro sito che monitora i prezzi dei carburanti presenti nei distributori del teritorio italiano. Il sito in questione è Prezzibenzina.itPrezzibenzina.it . Come spiegato nel precedente articolo non esistono rilevazioni ufficiali dei prezzi di ogni distributore, per cui anche su prezzibenzina.it , i prezzi vengono inseriti dagli utenti del sito.  Attivo dall'agosto 2004, Prezzibenzina.it  si presenta molto pulito e con una grafica semplice e intuitiva. Molte le funzionalità interessanti, a riprova che i gestori del sito si impegnano a fornire un servizio che, con la collaborazione dei propri utenti, vuole essere preciso e utile a tutti.

Add a comment

BENZINA, OCCHIO AL PREZZO!

petrolEccoci, ci risiamo, l'oro nero rasenta i 70 dollari al barile e i prezzi dei carburanti schizzano alle stelle. Mentre il governo promette che non saranno aumentate le accise, ma "forse" diminuite, mentre l'antitrust dichiara (ed era ora) di voler effettuare un'indagine sulle compagnie petrolifere operanti in Italia a noi resta ben poco da fare... L'unica soluzione è cercare di rompere il "cartello" (giuro che non l'ho scritto) dei distributori e cercare la "colonnina" in zona ai prezzi più convenienti..Più facile a dirsi che a farsi? forse no..! Blogrisparmio vuole segnalarvi pienorisparmio.itpienorisparmio.it, un servizio gratuito che permette di conoscere i prezzi del carburante (e non solo..) delle stazioni  presenti nel territorio italiano. Il sistema è molto semplice, basta inserire il cap per vedere visualizzati tutti i distributori con relativi prezzi su un immagine di "Google MapsGoogle Maps." Bello no!

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed