Martedi, 21 Novembre 2017

Back Case ed Immobili Immobili: Calano le Compravendite Ma i Prezzi Rimangono Stabili

Immobili: Calano le Compravendite Ma i Prezzi Rimangono Stabili


Abitazione, settore residenziale, compravendita immobiliare

Il mercato immobiliare italiano non ha subito i crolli registrati in altri Paesi, ma dall'inizio della crisi ad oggi non ha mai mostrato nemmeno segni di ripresa forti. C'è chi sostiene che, nell'anno appena concluso, il crollo sia stato evitato dall'esplosione del debito pubblico e dal conseguente collasso dei listini di borsa, fenomeno che avrebbe rilanciato il mattone come bene rifugio. La realtà è che il 2011 si è chiuso con il segno meno per quanto riguarda il volume complessivo delle compravendite immobiliari. A sottolinearlo è l'Agenzia del Territorio che in un una nota ha fatto il punto sul mercato degli scorsi 12 mesi. Secondo quanto elaborato dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare le compravendite di unità immobiliari sono state complessivamente 1.321.229, in calo dell'1,9% rispetto al 2010. Analizzando i vari settori, solo quello produttivo è cresciuto su base annua del 5,3%.  

Tra gli altri settori immobiliari, invece, il calo maggiore si è avuto nel settore terziario con le compravendite diminuite del 5,1% nel 2011 e con l'ultimo trimestre dell'anno in cui si è registrato un calo del 16,5% su base annua. Segue il settore commerciale con un calo del 3,3% rispetto al 2010 e il settore delle pertinenze con un calo di sette decimi di punto. Il settore residenziale sconta le perdite registrate nei primi sei mesi dell'anno, in quanto gli ultimi due trimestri hanno mostrato una crescita delle compravendite.

In generale il settore chiude l'anno con una diminuzione delle unità immobiliari compravendute del 2,2%. Una nota positiva viene dai numeri del settore residenziale relativi alle prime 8 città italiane per popolazione, che ha chiuso l'anno con un aumento medio delle compravendite del 2,4% (sul 2010) , pari a 93.352 unità immobiliari complessive. Tutte le otto città hanno mostrato variazioni positive durante il 2011, con un massimo registrato a Torino (+6,9%) ed un minimo a Napoli (+0,2%). In valore assoluto il maggior numero di compravendite immobiliari residenziali si è registrato a Roma con 33.633 unità, l'1,4% in più del 2010, segue Milano con 19.182 unità (+1,8%) e Torino con 12.036 unità (+6,9%).
Nel 2011 le compravendite di abitazioni acquistate con l'accensione di un mutuo ipotecario sono diminuite del 4,5%, percentuale doppia rispetto al calo generale del settore (+2,2%). Ciò è da imputarsi, secondo l'Agenzia del Territorio anche all'innalzamento del tasso di interesse medio che nel 2011 è cresciuto di 7 decimi di punto rispetto al 2010, raggiungendo così il 3,4% (valore medio applicato alla prima rata).
Per un'abitazione il capitale medio erogato è stato pari a 136 mila euro, valore in linea con quello del 2010. Infine il valore medio nazionale per unità di superficie degli immobili residenziali si attesta a 1.583 euro a metro quadrato. Valore che sale a 2.299 euro/mq per i comuni capoluogo e scende a 1.319 euro/mq per quelli non capoluogo.

468x60_spesa

 RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


CREDIT
401K401K by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Mutui

mutui

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed