Martedi, 27 Giugno 2017

Back ECONOMIA Categorie Consumatori

Consumatori

Baratto Aziendale Una “Nuova” Via per Fronteggiare la Crisi

baratto, baratto aziendale, crisi, economiaUno dei risultati della crisi economica è il risorgere del baratto. Questa antichissima forma di scambio, la prima tecnica storicamente conosciuta di commercio, è stata rispolverata per adeguarsi alle esigenze in divenire della società odierna.
E non si tratta più solo di una rudimentale pratica tra soggetti privati: su internet sono sorte infatti agenzie di intermediari professionisti che mettono in contatto le imprese disponibili al baratto aziendale. Negli USA si tratta di una pratica ormai ben affermata e conosciuta come “corporate barter”, che tradotto letteralmente significa proprio “baratto aziendale”. Di recente ad esempio un famoso ristorante di Chicago ha offerto ai propri clienti, in alternativa al pagamento in contanti, la possibilità di saldare il conto mediante lo scambio di beni o servizi con il gestore. Il tutto viene preventivamente concordato attraverso piattaforme online.

Add a comment

Compro Oro: i Consigli per Evitare Truffe e Fregature

compro oro, consumatori, truffe, fregatureI negozi “ Compro OroCompro Oro” sono cresciuti in modo significativo in questi ultimi anni. Secondo l'Adoc, solo nell'ultimo anno questo tipo di attività è cresciuto del 15%, arrivando a contare più di 5mila negozi in tutta Italia, mentre il numero di consumatori che ha venduto il proprio oro è cresciuto del 20%. Questo vero e proprio boom è figlio della crisi che da un lato ha portato alle stelle il prezzo dell'oro, considerato come bene rifugio e dall'altro ha visto allungarsi le fila delle famiglie in difficoltà, disposte a vendere i propri preziosi in cambio di liquidità. Il settore è stato anche spesso al centro di critiche per la scarsa trasparenza, ad esempio riguardo la provenienza dell'oro o la taratura delle bilance.
Per questa ragione l'Associazione Nazionale Operatori Professionali Ori (ANOPO), ha stilato una serie di consigli utili per aiutare i consumatori che decidono di acquistare o di vendere oro, usato.  

Add a comment

Più Della Metà Degli Italiani Non Fa Sport Ma Crescono le Imprese Sportive

sport, attività sportive, imprese sportiveGli Italiani sono amanti dello sport, ma preferiscono guardarlo che praticarlo. É questa l'immagine che esce da una ricerca condotta da un gruppo di ricercatori dell'università di Pelotas, in Brasile e pubblicata sulla rivista medico/scientifica the Lancet. L'indagine avevo lo scopo di confrontare la percentuale di popolazione dai 15 anni in su che pratica sport e attività motorie di 122 Paesi (pari all'89% della popolazione mondiale). Va detto che per ottenere questo “indice di inattività” è stata considerata come attività motoria fare 30 minuti di attività a moderata intensità 5 volte a settimana, o 20 minuti ad alta intensità 3 volte a settimana. Parametri che corrispondono alle linee guida dell'American College of Sports Medicine. Ma veniamo ai risultati.
I più pigri o i meno attivi sono i cittadini di Malta con un indice di inattività del 71,9%, segue l'Arabia Saudita e lo Swaziland con percentuali intorno al 69%.

Add a comment

Lo Sport Italiano Vale 25 Miliardi di Euro, l'1,6% Del PIL

Sport, attività sportive, saluteIl Coni ha presentato “Sport-Italia 2020, il Libro Bianco dello Sport Italiano”, un testo molto interessante che fotografa la situazione dello sport in Italia, annunciando anche gli obiettivi da raggiungere nei prossimi anni. Tra questi c'è il miglioramento della competitività degli atleti di alto livello sia dello sport per tutti, quello svolto in maniera non professionale. Per far questo occorre aumentare la cultura sportiva del Paese e promuovere l'attività sportiva della popolazione, indirizzando i cittadini verso stili di vita sani, riducendo la sedentarietà, salvaguardando così la Salute dei cittadini. Oggi la sport in Italia ha rilevanti dimensioni e attira risorse economiche significative, raggiungendo un giro d'affari di 25 miliardi di euro l'anno, pari all'1,6% del Pil.
In Italia, come in quasi tutti i Paesi dell'Unione Europea, la spesa sostenuta da individui e famiglie per praticare l'attività sportiva è la principale fonte di finanziamento per lo sport.

Add a comment

Dolore Cronico: la Legge C’È Ma Molti Medici Non la Conoscono

 

medici, dolore cronicoIl dolore cronico di natura non oncologica colpisce statisticamente il 26% degli italiani. Le cause più comuni sono neuropatie, mal di schiena ed artrosi. La Legge sul dolore è entrata in vigore nel nostro Paese nel 2010 (n.38/2010) ma, secondo quanto emerso in maniera preoccupante durante l’IMPACT 2012 (Interdisciplinary Multitask Pain Cooperative Tutorial Pain Relief Organisational Activity Enhancement), un summit multidisciplinare mirante a fare il punto della situazione sul tema, molti medici ne ignorano il contenuto. Oltre 250 delegati da tutte le regioni dello stivale hanno preso parte alla due giorni fiorentina anche se i dati emersi non sono incoraggianti per il nostro paese per quanto concerne la personalizzazione del rapporto medico-paziente. Circa un terzo tra dottori e personale sanitario non ha cognizione della legge sul dolore. La conseguenza di questa ignoranza è la prescrizione di farmaci non idonei alla cura.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed