Giovedi, 21 Giugno 2018

Back Consumatori Cambio di Residenza: Ora Si Può Fare Anche Online

Cambio di Residenza: Ora Si Può Fare Anche Online


cambio di residenza, semplificazioni, PEC

Dal 9 maggio chi intende segnalare al Comune il cambio di residenza può farlo anche online. Sarà onere dei Comuni pubblicare sul loro sito l’indirizzo a cui presentare la denuncia. E’ questa la maggiore novità contenuta nella circolare n. 9 del 27 aprile dal Dait (dipartimento Affari interni e territoriali) del ministero dell'Interno sul "cambio di residenza in due giorni", secondo quanto previsto dal decreto semplificazioni.
Requisiti fondamentali per la validità legale della denuncia telematica sono la firma digitale in fondo all’autocertificazione e la trasmissione tramite PEC (casella di Posta Elettronica Certificata). Una copia con firma autografa andrà invece inviata in allegato tramite email ordinaria insieme ad un documento di identità valido.
Una volta acquisita la richiesta, il Comune provvede all’iscrizione del soggetto nei propri elenchi anagrafici entro il termine massimo di due giorni lavorativi.  

Se il cambio di residenza avviene tra due Comuni diversi o riguarda un cittadino iscritto all'Aire (Anagrafe degli italiani residenti all'estero) l’ufficio del Comune della nuova residenza dovrà dare comunicazione al Comune di provenienza entro due giorni e quest’ultimo a sua volta dovrà inviare i dati «integrati e corretti» dell'interessato il prima possibile e in ogni caso non oltre cinque giorni lavorativi.

Tutte le comunicazioni si intendono in forma telematica: è ammesso in alternativa il fax o la raccomandata solo «in casi eccezionali».
La riforma è chiaramente improntata a snellire e velocizzare le pratiche per il cambio di residenza. Ovviamente la riduzione dei tempi non deve significare superficialità nel rilascio della residenza: restano comunque 45 giorni di tempo a disposizione del Comune per verificare la veridicità della dichiarazione. Scaduto il termine si applica la regola del silenzio assenso. Anche il Comune di provenienza, qualora lo ritenga necessario, ha la facoltà di effettuare controlli simili. Se si riscontrano dichiarazioni non veritiere, non solo decade il riconoscimento della residenza ma si attiva il procedimento penale per l’accertamento del dolo.
La via telematica resta in ogni caso un’alternativa, fermo restando la possibilità di rivolgersi all’apposito sportello (SCA, Sportello Centrale di Anagrafe) dell’Ufficio Anagrafe o alle Circoscrizioni con sede anagrafica.
 
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


CREDIT
kk+kk+ by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed