Mercoledi, 24 Gennaio 2018

Back Consumatori Multe Stradali: Sono Cresciute Del 1487% in 10 Anni

Multe Stradali: Sono Cresciute Del 1487% in 10 Anni


multe stradali, incremento, Comuni,

Il taglio dei trasferimenti ai Comuni e il patto di stabilità interno che impedisce ai sindaci di creare deficit hanno diverse ripercussioni sulla vita dei cittadini. Tra queste possiamo citare un taglio ai servizi, l'innalzamento delle aliquote comunali (ad esempio sulla prossima IMU) e la ricerca di nuove entrate, ad esempio attraverso le multe stradali. A proposito in Italia abbiamo assistito, purtroppo accorgendocene, ad un incremento record per quanto riguarda le multe stradali. A riferirlo è l'associazione Contribuenti Italiani, secondo cui nell'ultimo decennio, queste sono cresciute del 1487%, incremento che risulta essere di gran lunga il più alto d'Europa. Insomma un altro primato Europeo di cui facciamo volentieri a meno, come per quello relativo all'evasione fiscale.

In questo caso siamo di gran lunga primi, visto che il secondo Paese europeo per incremento di multe stradali negli ultimi dieci anni è la Romania con una percentuale del 331%. Seguono la Bulgaria con un +313%, l'Albania ( +263%), l'Estonia (+236%), la Slovacchia (+221%) e la Croazia (+185%). Il Paese più disciplinato, ovvero quello dove l'incremento delle multe stradali è stato più contenuto nel decennio è la Svezia con un aumento del 20%, che precede la Germania con il 24%. Ma anche gli inglesi, fa notare l'associazione, non si possono lamentare visto che l'incremento è stato solo del 37%.

A livello territoriale i cittadini italiani più multati risultano essere quelli del Nord, specie del Nord-Est con un incremento delle multe stradali nel decennio del 1510%, seguono i cittadini del Centro con un aumento del 1498% e quelli del Mezzogiorno con il 1321%. Questo significa tradotto in tempi che a Milano e Napoli, le città dove si staccano più contravvenzioni, viene fatta una multa in media ogni 10 secondi. Non va meglio a Roma, a Torino e a Venezia dove si ha una frequenza di multe ogni 13 secondi. Salendo coi tempi troviamo Genova, Firenze e Bari con una multa ogni 14 secondi, Pescara, Bologna, Ancona e Perugia con una multa ogni 15 secondi. Le città capoluogo dove si effettuano meno contravvenzioni, o dove se volete passa più tempo in media tra una multa e l'altra, sono Potenza, Reggio Calabria, Cagliari e Campobasso tutte con una multa ogni 24 secondi.
Nel commentare i dati il presidente dell'Associazione Contribuenti ItalianiAssociazione Contribuenti Italiani, Vittorio Carlomagno, ha spiegato che meno di due italiani su dieci “conciliano”, cioè pagano la multa senza contestazione, mentre l'88% impugna il verbale davanti al prefetto o al Giudice di pace. Un altro primato negativo per l'Italia. In proposito conclude Carlomagno, gli enti locali per far quadrare i conti dovrebbero: “tagliare le spese inutili, come le auto blu - (o le consulenze aggiungiamo noi) – anziché puntare su tassazioni occulte”.
Non possiamo che allinearci con questo pensiero, in quanto le multe finchè possono essere connesse con un miglioramento della sicurezza stradale o dell'educazione civica sono totalmente legittime e necessarie, quanto invece diventano un meccanismo per far cassa lo sono molto meno.  
 
shop-ricambiauto.it
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed