Sabato, 16 Dicembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Consumatori ANTITRUST: ANTICONCORRENZIALI LE NUOVE NORME CHE SOSPENDONO L'APERTURA DI NUOVE PARAFARMACIE

ANTITRUST: ANTICONCORRENZIALI LE NUOVE NORME CHE SOSPENDONO L'APERTURA DI NUOVE PARAFARMACIE


parafarmacieantitrust0209.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Antitrust: Anticoncorrenziali le Nuove Norme che Sospendono l'Apertura di Nuove Parafarmacie | Consumatori | Risparmio |

L'Antitrust ha inviato una segnalazione al Governo e al Parlamento, in merito alle norme, contenute nel DDL 2079 in discussione al Senato, che pongono limiti all'apertura di nuove parafarmacie. Queste norme in sostanza sospendono l'apertura di nuovi esercizi in attesa della ridefinizione della normativa sulla vendita dei farmaci e introducono limiti numerici alle parafarmacie. L'Authority sostiene che, se queste norme venissero approvate, ci sarebbero effetti negativi sul livello dei prezzi e sulla qualità del servizio, in quanto porrebbero un vincolo strutturale restrittivo della concorrenza. Soprattutto la limitazione numerica del numero delle parafarmacie, in ciascun Comune, sulla base di criteri demografici, viene ritenuta come un ulteriore limite alla concorrenza, viste le restrizioni già presenti nel settore, a causa delle farmacie. L'Antitrust ritiene che già allo stato attuale il settore non sia perfettamente concorrenziale a causa del fatto che il numero di farmacie presenti è spesso inadeguato a soddisfare le esigenze della domanda.
Secondo l'Authority, infatti, (e anche secondo noi) la limitazione quantitativa del numero di esercizi farmaceutici sul territorio, invece che realizzare una soddisfacente distribuzione territoriale degli esercizi, si traduce in un sistema di protezione dei livelli di reddito delle farmacie già esistenti.
L'Antitrust conclude la propria segnalazione, sottolineando come per garantire l'universalità e l'efficienza del servizio in termini di qualità e prezzi, andrebbe, stabilito un numero minimo di farmacie piuttosto che un numero massimo.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



I COMMENTI E LE REAZIONI
Federconsumatori
Federconsumatori approva il parere dell'Antitrust, sottolineando come la proposta in studio al Senato sia inaccettabile, lesiva della concorrenza e dannosa per i consumatori. L'apertura delle parafarmacie e dei corner all'interno della grande distribuzione, ha permesso , infatti, ai consumatori di avere a disposizione di un numero maggiore di punti vendita e di risparmiare sull'acquisto dei farmaci da banco. L'associazione calcola un risparmio sui farmaci da banco, pari a circa 20 Euro annui a famiglia.
Federconsumatori sottolinea anche come l'apertura di parafarmacie e corner abbia giovato anche in termini di occupazione, permettendo l'assunzione di circa 6500 giovani farmacisti. Per questo l'associazione chiede al Senato che in un sussulto di responsabilità, anche alla luce del parere espresso dall’Antitrust, non approvi questa norma.
Anche il Movimento Difesa del CittadinoMovimento
Difesa del Cittadino (MDC) è d'accordo con l'iniziativa dell'Antitrust,e ribadisce come la liberalizzazione della vendita dei farmaci da banco nelle parafarmacie abbia portato vantaggi sia consumatori sia in termini di occupazione. L'associazione, non senza polemica, evidenzia come le lobby dei farmacisti titolari continuino a far sentire il proprio preso, dimostrando di mal digerire ogni provvedimento di liberalizzazione del settore, sin da quanto è stato approvato il decreto BersaniBersani nel 2006

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed