Giovedi, 18 Ottobre 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori Bollette Acqua: Analisi Delle Componenti Che Determinano il Costo Del Servizio Idrico

Bollette Acqua: Analisi Delle Componenti Che Determinano il Costo Del Servizio Idrico


bluebook010utilitatis.gif

Alla vigilia dei referendum abrogativi, Il Centro Ricerche Economiche, Educazione e Formazione della Federconsumatori Nazionale (CREEF) ha presentato la IX Indagine sul servizio idrico integratoIX
Indagine sul servizio idrico integrato, in cui viene fornito un quadro sulle tariffe del servizio idrico di 93 città capoluogo.
Dai dati riportati emerge che nel 2010 il consumo annuo medio di una famiglia tipo, pari a 200 metri cubi, è costato 310,99 euro all'anno, ovvero il 6,85% in più del 2009 (19,94 euro). Ciò significa che il servizio idrico integrato, cioè l'insieme dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione più l'IVA costa mediamente 1,55 euro per m3 di acqua misurata, 10 centesimi in più rispetto a quanto rilevato nella precedente indagineprecedente
indagine.
L'indagine, come già sottolineato altre volte, mette in luce enormi differenze territoriali nelle tariffe: ad esempio a Milano la spesa per la bolletta idrica è di 115,36 euro (0,58 euro a m3), mentre a Firenze si spende per la stessa quantità di acqua 478,05 euro (2,39 euro al m3), ovvero molto più del quadruplo. Tra le dieci città più care: Firenze, Pistoia, Prato, Agrigento, Arezzo, Urbino, Grosseto, Siena, Livorno e Pisa ben otto sono localizzate in Toscana, mentre tra le dieci meno care: Aosta, Bolzano, Imperia, Cuneo, Teramo, Udine, Varese, Lodi, Lecco e Milano, nove su dieci stanno al Nord.
Le quattro città meno care sono città lombarde (Varese, Lodi, Lecco e Milano), mentre sono tre le città che si trovano in Regioni a statuto autonomo (Aosta, Bolzano e Udine).
Ma da cosa dipende il costo della bolletta idrica?
Sono cinque le componenti che concorrono a creare il totale della bolletta: la quota fissa, il costo del servizio acquedottistico; il costo del servizio di fognatura, il costo del servizio di depurazione e l'IVA (pari al 10% dell'imponibile). In media la quota fissa rappresenta il 5,95 % della bolletta per un costo medio di 18,52 euro; il costo del servizio acquedotto rappresenta mediamente il 46,55% del totale per un costo medio di 144,76 euro; il costo del servizio di fognatura mediamente pari all'11,74% del totale per un importo di 36,52 euro e la depurazione è mediamente pari al 26,66% del totale per un importo medio di 88,92 euro.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Dal 2000 ad oggi l'aumento delle tariffe medie della bolletta idrica è stato del 63%, si è passati cioè da 190 euro circa per 200 metri cubi di acqua ai 311 odierni. Nello stesso periodo l'indice dei prezzi è cresciuto del 24%, perciò l’aumento medio della bolletta dell'acqua negli ultimi 10 anni è stato pari a 3 volte circa l’inflazione.
Viste le enormi differenze tra le varie città e l'aumento triplo delle bollette idriche rispetto all'inflazione, Federconsumatori ritiene necessaria la creazione di Autorità indipendente per il servizio idrico integrato che operi a livello nazionale. Questa Authority dovrebbe disciplinare la metodologia e i criteri di calcolo delle tariffe idriche, arrivando a valutare le ragioni che giustificano le tariffe e i loro incrementi e a stabilire dei parametri che consentano di determinare un rapporto ottimale tra i costi e la qualità del servizio erogato ai cittadini.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed