Venerdi, 17 Agosto 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori Di Mezza Età, Basso Reddito e Alta Istruzione: Ecco il Profilo di Chi Effettua Donazioni Alle Onlus

Di Mezza Età, Basso Reddito e Alta Istruzione: Ecco il Profilo di Chi Effettua Donazioni Alle Onlus


emergency1604.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo il rapporto Ocse “Society at GlanceSociety
at Glance” gli italiani non sono un popolo generoso, risultando al terzultimo posto tra nella classifica dei Paesi membri Ocse relativa a doni pecuniari, volontariato o aiuto fornito a estranei. Un dato che lascia abbastanza perplessi visto che spesso e volentieri l'Italia ha fatto un vanto della propria generosità.
Uno spunto per tornare sul tema ce lo fornisce la prima edizione del Non Profit Report 2011, l’indagine realizzata da ContactLabContactLab in collaborazione con Vita Consulting sui comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore. Certo il rapporto non si riferisce all'Italia intera ma a coloro che sono in qualche modo legati al mondo del non profit, sottolineando come questa realtà sia comunque forte nel nostro Paese. In concreto i dati sono stati estrapolati da una serie di questionari invitati dalle 39 organizzazioni non profit coinvolte, ai propri contatti, per un totale di circa 20 mila utenti che hanno risposto. Vediamo dunque qual è l'identikit dell'italiano che si interessa al mondo non profit.
Nove su dieci, recita il rapporto hanno fatto almeno una donazione nel corso della vita, quattro dei quali attraverso la rete, dopo essersi informati online (circa la metà) o tramite newsletter (40%).
L'indagine ha messo in luce che sono più le donne a donare, con un rapporto di 53% a 47%, mentre per quanto riguarda l'età quasi uno su due dei rispondenti ha tra i 35 e i 55 anni. Il livello di istruzione medio risulta essere elevato con oltre un terzo dei rispondenti (il 36%), a cui si aggiunge un ulteriore 12% in possesso di una specializzazione post laurea, mentre mentre il 45% è diplomato. Il reddito dei soggetti donatori che hanno risposto all'inchiesta non è particolarmente elevato, tanto che il 67% dei sostenitori del mondo no profit non supera i 30.000 euro. A livello geografico le città più generose sono Milano e Roma al primo e secondo posto, seguite da Torino, Firenze e Bologna.
Ma verso cosa si dona? Tra gli ambiti non profit a cui gli utenti hanno dichiarato di aver donato troviamo in testa le cause umanitarie (67%), seguita dalla e la ricerca scientifica (44%), dalle adozioni a distanza (41%) e dall'aiuto dell’infanzia (39%).
Tra chi ha effettuato una donazione con un contributo in denaro almeno una volta nella vita, quasi la metà è definibile un donatore abituale (il 48%), il 30% dona occasionalmente, mentre solo il 12% in circostanze particolari (ricorrenze o emergenze umanitarie).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Il canale prescelto per le donazioni è il bollettino postale (30%) seguono i canali si pagamento online, come il bonifico bancario, la carta di credito o Paypal (26%). Tra coloro che ricevono le newsletter delle Onlus ma che invece non hanno mai donato denaro , il 39% spiega che non lo fa per mancanza di disponibilità economica, il 27% perchè preferisce donare direttamente alle persone, mentre il 21% sostiene di non averlo fatto perchè non è mai capitata l’occasione. Chiude un 16% di rispondenti che non si fida dei meccanismi di donazione o non lo ritiene utile.
Per quanto riguarda l'informazione tra utenti ed onlus, il 54% lo fa attraverso il sito istituzionale dell'associazione non profit, il 40% leggendo le newsletter. Vi è poi chi si informa leggendo la posta cartacea o seguendo le manifestazioni di piazza o il passaparola.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed