Lunedi, 10 Dicembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori GAS: BOLLETTE ANCORA IN RIALZO, NEL 2011 LE FAMIGLIE SPENDERANNO IL 3,65% IN PIÙ

GAS: BOLLETTE ANCORA IN RIALZO, NEL 2011 LE FAMIGLIE SPENDERANNO IL 3,65% IN PIÙ


energiaelegastrica.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nonostante con la delibera ARG/gas 89/10 l'Autorità per l'energia elettrica e il Gas avesse annunciato che da ottobre 2010 e per tutto l'anno termico 2010-2011 le bollette del gas avrebbero subito dei contenimentiottobre
2010 e per tutto l'anno termico 2010-2011 le bollette del gas
avrebbero subito dei contenimenti, la situazione che i consumatori andranno ad affrontare da gennaio sarà contraddistinta da ulteriori rincari. Dal primo gennaio 2011, infatti, le famiglie spenderanno circa l'1,3% in più per le bollette del gas, mentre risparmieranno lo 0,2% sui costi dell'energia elettrica. A riferirlo è la stessa Autorità per l'Energia che associa i rincari al forte aumento delle quotazioni petrolifere (+32,4% negli ultimi 12 mesi) che intervengono in modo differente su gas ed elettricità per la differente efficienza tra i due mercati. Anche se a questo punto verrebbe da chiedersi come mai le bollette del gas aumentavanole
bollette del gas aumentavano anche quando i prezzi del petrolio erano ai minimi storici.
Sui prezzi del Gas influiscono pesantemente, riferisce il Presidente dell’Autorità Alessandro Ortis, oltre alla scarsa concorrenza, sebbene recentemente Eni abbia ceduto le quote di tre gasdottirecentemente
Eni abbia ceduto  le quote di tre gasdotti, anche i ritardi nello sviluppo infrastrutturale per quanto riguarda rigassificatori e stoccaggiritardi
nello sviluppo infrastrutturale per quanto riguarda rigassificatori e
stoccaggi.
La situazione avrebbe potuto essere anche peggiore per i consumatori in termini di costi, rileva Ortis, se non fossero state introdotti nuovi metodi per il calcolo per la materia prima gas con la delibera ARG/gas 89/10. Gli aumenti in assenza di tali modifiche sarebbero stati superiori di un ulteriore 3,3%.
A conti fatti la spesa media annua per una famiglia tipo che consuma 1400 metri cubi di gas sarà nel 2011 pari a 1050 euro, contro i 1013 euro dello scorso anno (+3,65%). La spesa per l'energia elettrica, considerato un consumo di 2700 kilowattora l'anno sarà pari a 420 euro, 7 in meno di quanto speso nello scorso anno (-1,6%). La spese elettrica è in continuo calo dal 2008 e raggiungerà nel 2011 prezzi inferiori a quelli registrati a fine 2006.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



RIPARTIZIONE DELLA SPESA ANNUALE PER ENERGIA E GAS
Dei 420 euro della spesa media annua della famiglia tipo per l'energia elettrica,  il 60,16% è rappresentato dai costi di approvvigionamento e di commercializzazione al dettaglio, il 16,02% dai costi per i servizi tariffati a rete, il 14,41% per le imposte e il 9,41% per oneri generali di sistema.
Per quanto riguarda il gas la spesa media annua tendenziale della famiglia tipo è invece composta per il 34,65% dai costi per la materia prima, per il 37,31% dalle imposte, per il 5,60% dai costi per trasporto e stoccaggio, per il 13,52% dai costi per la distribuzione e per l'8,92% dai costi per la vendita al dettaglio, commercializzazione all’ingrosso ed oneri aggiuntivi.

[Via:Autorità EnergiaAutorità Energia ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed