Mercoledi, 18 Ottobre 2017

Back ECONOMIA Categorie Consumatori In Europa l'Elevato Inquinamento Acustico è Responsabile di Attacchi di Cuore e Disturbi del Sonno

In Europa l'Elevato Inquinamento Acustico è Responsabile di Attacchi di Cuore e Disturbi del Sonno


aereosucase3003.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo l'Istat tra i problemi sentiti dalla famiglie italiane nella zona in cui vivono vi sono il traffico (42,6%) e il rumore (32,9%)traffico
(42,6%) e il rumore (32,9%), due fenomeni spesso connessi e che possono comportare conseguenze gravi per la salute. Ci siamo occupati spesso delle conseguenze dell'inquinamento dell'aria sulla salute, sottolineando, ad esempio come secondo il Centro europeo ambiente e salute dell’OMS, in Italia ogni cittadino perde in media 9 mesi di vita per esposizione al particolatoin
Italia ogni cittadino perde in media 9 mesi di vita per esposizione
al particolato. Oggi vogliamo occuparci dell'inquinamento acustico, presentando i risultati di  rapporto sull'impatto sanitario del rumore in Europa (occidentale), pubblicato oggi dall'Oms Europa e condotto in collaborazione con la Commissione Europea e l’Agenzia Ambientale Europea.
Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità l'inquinamento acustico da traffico urbano è responsabile ogni anno di oltre un milione di anni di vita in buona salute persi per malattia, disabilità o mortalità prematura nei Paesi del Vecchio Continente. Il rumore spiega lo studio non causa solamente fastidi e disturbi del sonno, ma è anche responsabile di attacchi di cuore, difficoltà di apprendimento e tinnito.
In proposito il direttore regionale dell'Oms Europa, Zsuzsanna Jakab, ha spiegato che: “L'inquinamento acustico non è solo una seccatura ambientale ma anche una minaccia per la salute pubblica" Per questo l'Oms si augura che: “queste nuove prove spingano i governi e le autorità locali ad adottare politiche di controllo del rumore a livello nazionale e locale, proteggendo così la salute dei cittadini europei da questo pericolo crescente."
L'Oms spiega che tra i fattori ambientali in Europa, l'inquinamento acustico è secondo solamente a quello dell'aria in quando ad effetti negativi sulla salute. In concreto una persona su tre sperimenta fastidi durante il giorno e una su cinque è disturbata nel sonno a causa dai rumori provenienti dalle strade, dalle ferrovie e dagli aeroporti. Ciò comporta il rischio di malattie cardiovascolari e ipertensione.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



L'auspicio dell'organizzazione, espresso dallo scienziato che ha coordinato il progetto dell'OMS, Rok Ho Kim, è che le nuove evidenze scientifiche emerse nel rapporto possano influenzare l'aggiornamento della Direttiva dell'Unione Europea, affiché vengano introdotti limiti più severi per l'inquinamento acustico. La speranza è che siano estesi questi limiti anche alle zone del Sud est europeo dove i rischi per la salute connessi all'inquinamento acustico risultano difficili da misurare.
In chiusura il Coordinatore del CNOSSOS-EU, Stylianos Kephalopoulos, ha sottolineato che esiste una collaborazione sempre più stretta tra OMS Europa, la Commissione Europea e l'Agenzia Europea per l'ambiente per proteggere la salute pubblica dall'inquinamento acustico, con l'obiettivo di attuare in modo sinergico la Dichiarazione di Parma 2010 e le Direttive Ue connesse alla lotta contro l'inquinamento acustico.

[Via: OmsOms ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed