Mercoledi, 12 Dicembre 2018

Back Consumatori Malasanità: in Italia un Caso Ogni 2 Giorni E Più Della Metà Dei Decessi Avviene Al Sud

Malasanità: in Italia un Caso Ogni 2 Giorni E Più Della Metà Dei Decessi Avviene Al Sud


ospedale, malasanità,

Già lo scorso anno la Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario, aveva dimostrato che in Italia il problema Malasanità era serio con un caso ogni 2 giorni, un morto ogni 3 e 6 errori su 10 avvengono al sud. Ora a distanza di un anno arrivano i dati aggiornati del monitoraggio, partiti ad aprile 2009 e conclusosi al 30 settembre 2011, che riferiscono di 470 casi totali di Malasanità, in 329 dei quali purtroppo si è avuto il decesso del paziente, o per errore diretto del personale medico (223 casi) o per disfunzioni o carenze strutturali (106).

Nel periodo monitorato i casi di malasanità rilevati sono risultati in aumento, si è passati infatti da una media di 15 episodi al mese, rilevato nel primo rapporto ai 19 episodi dell'ultimo anno, pari cioè a più di un episodio ogni due giorni.  La gravità del fenomeno è acuita dalle forte evidenze territoriali che emergono analizzando i dati, con circa la metà del numero dei decessi che si è registrato in sole due regioni: Calabria (78) e Sicilia (66). Seguono in questa triste classifica il Lazio con 35 morti, la Campania con 25, Puglia (21 morti), Toscana (18), Emilia Romagna (16), Liguria (14), Veneto (13), Lombardia (11), Valle D'Aosta (9), Abruzzo (7), Piemonte (4), Umbria (3), Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Sardegna con 2, Trentino Alto Adige, Marche e Molise con 1. 

La Commissione ha però tenuto a sottolineare che non tutti i casi di malasanità rilevati sono da ricondurre ad una indiretta incapacità professionale del personale medico, molti episodi, infatti, sono causati da una carenza di strutture e di servizi negli ospedali italiano. Ed è questo un dato, forse ancor più grave visto che tra i diritti del malato ci dovrebbe esserci quello di poter accedere alle strutture migliori nel luogo in cui si trova. Ma questo è un aspetto che nella sanità iniqua del nostro paese viene spesso trascurato, come abbiamo avuto modo di vedere nell'Osservatorio sul Federalismo in Sanità di Cittadinanzattiva.
Tornando ai dati su 144 casi di malasanità totali, imputabili a disservizi, carenze e strutture inadeguate (non cioè ad errore del personale medico), 34 hanno riguardato gli ospedali siciliani, 23, quelli del Lazio e 15 quelli calabresi. E ancora 13 episodi si sono verificati in Puglia, 9 in 9 in Lombradia, 8 in Veneto e Campania, 7 in Emilia Romagna e Liguria, 6 in Toscana, 4 in Valle D'Aosta, 3 in Piemonte, 2 in Abruzzo e Sardegna, 1 in Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Molise. In Trentino Alto Adige, Umbria e Marche invece non si sono registrati casi di malasanità di tipo strutturale.
Nel commentare i dati il presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario, Leoluca Orlando, ha sottolineato che spesso questi casi si sarebbero potuti evitare se i medici avessero segnalato le carenze strutturali ai propri manager. Orlando punta il dito contro il forte spoil system presente nel mondo della sanità, che spesso porta l'operatore ad essere : “più preoccupato di non creare problemi al manager o al politico che procede alla nomina, piuttosto che provvedere, in condizioni di sicurezza per sè e per i pazienti, lo svolgimento della propria attività istituzionale”
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

 

468x60 Trova offerte sotto 60 euro

 

 CREDIT
Julie70Julie70 by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed