Mercoledi, 12 Dicembre 2018

Back Consumatori OMS: 56 Nuovi Interventi per Ridurre la Mortalità Materna e Infantile Nei Paesi Poveri

OMS: 56 Nuovi Interventi per Ridurre la Mortalità Materna e Infantile Nei Paesi Poveri


mortalità materna, mortalità infantile, OMS

Ogni anno 358 mila donne muoiono durante la gravidanza e il parto e 7,6 milioni di bambini muoiono prima di aver raggiunto cinque anni di età. Questi dati sono stati diffusi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha dichiarato di avere individuato nello studio “Essential interventions, commodities and guidelines for reproductive, maternal, newborn and child healthEssential interventions, commodities and guidelines for reproductive, maternal, newborn and child health” una serie di interventi essenziali per poter ridurre notevolmente questi dai su madri e bambini. Questo grazie all'indicazione di come allocare le risorse e attivare i processi decisionali nei paesi a basso e medio reddito, per migliorare il massimo possibile la salute di donne e bambini.
Infatti, sebbene siano stati fatti enormi progressi nella riduzione della mortalità materna e infantile in molti Paesi Africani e in India non sono stati raggiunti gli obiettivi che si erano posti le nazioni unite entro il 2015.

I tassi più alti di mortalità materna ed infantile si registrano proprio nella Africa sub-sahariana e nell'Asia meridionale. Più della metà dei decessi materni sono causati da emorragie (35%) e da ipertensione (18%), mentre i maggiori rischi per quanto riguarda i bambini si presentano nei primi 28 mesi di vita, dove si registra il 40% di tutti i decessi dei bambini sotto i 5 anni. La metà delle morti neonatali avvengono durante le prime 24 ore e in generale il 75% durante la prima settimana, soprattutto a causa di nascite premature, infezioni gravi e asfissia.
La situazione potrebbe però presto evolversi positivamente visto che questo nuovo studio, che ha analizzato più di 50 mila pubblicazioni scientifiche, ha determinato quali interventi sono i più efficaci dal punto di vista della sopravvivenza di madri e bambini, individuandone 56 che se inseriti nelle pratiche mediche locali potrebbero aumentare sensibilmente la probabilità di salvare vite umane.

Alcuni di questi interventi includono: la gestione dell'anemia materna con la somministrazione di ferro, la prevenzione de la gestione delle emorragie post parto, l'utilizzo di immediate cure termiche per i neonati, un supporto ulteriore per l'alimentazione dei bambini piccoli e dei nati prematuri e l'utilizzo di antibiotici per il trattamento della polmonite nei bambini.
La novità rispetto al passato, ha sottolineato l'Autrice dello studio, la dottoressa Elizabeth Mason, è quella di aver messo insieme informazioni diverse, trovando il consenso di medici, scienziati e organizzazioni professionali per creare un percorso che basato sull'evidenza, possa aiutare le donne prima, durante e dopo la nascita dei figli. Tutti infatti sono risultati concordi nell'introdurre per le cure mediche di donne e bambini questi 56 nuovi interventi. Lo Studio che ha richiesto tre anni per la realizzazione è stato realizzato dall'Oms, in collaborazione con l'Aga Khan University e il Partenariato per la salute materna, neonatale e infantile (PMNCH ).
Proprio questi ultimi due soggetti sono partiti con l'analisi di cosa si stesse facendo per ridurre la mortalità materna einfantile. La situazione era piuttosto disomogenea per quanto riguarda le pratiche utilizzate e non c'era nemmeno molto accordo su quali fossero le idee da intraprendere per risolvere divergenze e migliorare la situazione globale. In principio furono individuati 142 interventi idonei per migliorare la sopravvivenza di donne e bambini, partendo dalle cause principali della mortalità materna e neonatale. Il passo successivo è stata una scrematura ai 56 interventi, poi divenuti definitivi, sulla base della considerazione che questi dovevano poi essere messi in pratica da personale medico con una formazione spesso limitata e con scarso accesso a cure specialistiche. In ogni  caso tutti i responsabili dello studio sono concordi nel ritenere questa serie di interventi una nuova pietra miliare nella riduzione della mortalità materna e infantile

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed