Giovedi, 15 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori OMS: L'ACQUA DEL RUBINETTO ITALIANA È SICURA. IN CRESCITA GLI ITALIANI CHE LA BEVONO

OMS: L'ACQUA DEL RUBINETTO ITALIANA È SICURA. IN CRESCITA GLI ITALIANI CHE LA BEVONO


omsacquasicura.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo un'indagine condotta da Cra Nielsen per Aqua Italia (Associazione Costruttori Impianti e Componenti per il trattamento delle acque primarie civili e industriali di Anima/Confindustria), negli ultimi quattro anni oltre 7 milioni di italiani sono tornati a bere acqua del rubinetto, mentre circa il 74% dei cittadini dichiara di bere acqua d'acquedotto. Il rapporto tra italiani e acqua del rubinetto non è mai stato molto stretto, visto che fino al 2007 con 196 litri pro capite all'anno, il nostro Paese deteneva il primato europeo per consumo di acque in bottiglia.
A tenere lontano dall'acqua del rubinetto ha contribuito sicuramente la credenza che le acque italiane non fossero particolarmente sicure. Una credenza che è stata smentita, per l'ennesima volta, nella giornata di ieri, con la presentazione dell'edizione italiana dle Manuale del Piano di Sicurezza per l'Acqua, dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il volume rappresenta l'edizione italiana del Water Safety Plan (Wsp), è stato realizzato a cura del Centro di Ricerche in Bioclimatologia Medica, Biotecnologie, Medicine Naturali e Talassoterapia (CRBBMN) dell'Università degli Studi di Milano. Scopo del Wsp è quello di assicurare modo continuativo la sicurezza e l'accettabilità' di una fornitura acquedottistica. Il responso recita che l'acqua italiana è salubre. Per il direttore del Centro ricerche dell'Università di Milano, professor Umberto Solimene, tra le motivazioni che spingono all'acquisto di acqua in bottiglia non vi deve essere quella di pensare che l'acqua del rubinetto non sia sicura.

Normativa di riferimento è la direttiva UE 98/83 che prescrive l'obbligo di controlli sia da parte dei gestori dei servizi idrici, che arrivano fino alla porta di casa, sia da parte delle autorità' sanitarie, che dovrebbero lavorare invece all'interno dei condomini, in tutti gli stati membri dell'Unione Europea.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Obiettivo è quello di inserire l'obbligo dei Water safety plan nella normativa europea, per garantire un controllo integrato, ancora più' efficace che analizzi l'acqua anche prima che venga immessa nelle tubazioni.
Entro il 2015 l'Organizzazione Mondiale della Sanita' (Oms) si e' prefissata lo scopo di raggiungere il ''Millennium Development Goal'' sull'acqua potabile, ovvero fare in modo che piu' del 90% della popolazione globale beva da sorgenti sicure. Un obiettivo decisamente ambizioso visto che, in base ai trend attuali, entro quella data la quota di popolazione mondiale che non avrà' ancora a disposizione acqua potabile sarà' scesa solo dagli attuali 2,5 ai 2,4 miliardi.

  [Via: AscaAsca ]


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente Tsja!Tsja! di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed