Giovedi, 15 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori Unione Europea: in Arrivo Regole Più Rigide e Precise per la Sicurezza Dei Giocattoli

Unione Europea: in Arrivo Regole Più Rigide e Precise per la Sicurezza Dei Giocattoli


starwars0105.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Unione Europea ha stabilito delle regole  più rigide per disciplinare la sicurezza dei giocattoli, in quanto prodotti potenzialmente pericolosi proprio perché maneggiati da bambini e dunque assolutamente meritevoli di canoni di sicurezza molto severi.
Il prossimo 12 maggio entrerà in vigore il Decreto Legge n.54 dell’11 aprile 2011, il quale attua la Direttiva Europea 2009/48/CEirettiva Europea 2009/48/CE mirata appunto a tutelare sia i consumatori che il commercio di questo genere di prodotti.
La necessità di un intervento normativo più preciso a livello comunitario è accentuata dal fatto che la diffusione dei giocattoli contraffatti è purtroppo un fenomeno in crescita in tutta Europa, e l’Italia non rappresenta certo un eccezione. Nell’arco dello scorso anno, infatti, la Guardia di Finanza ha sequestrato ben 8,8 milioni di giocattoli pericolosi, una cifra addirittura superiore del 55,8% rispetto alla quantità di giocattoli pericolosi sequestrata durante il 2009. In leggera diminuzione, invece, i sequestri di giocattoli contraffatti: nel 2010 il corpo italiano di polizia tributaria ha sequestrato 10,3 milioni di prodotti di questo tipo, ovvero una quantità inferiore rispetto a quella sequestrata nel 2009 del -7,6%.
Il fenomeno non sembra placarsi neppure nel 2011, dal momento che mesi di gennaio e febbraio sono già stati sequestrati circa 2,17 milioni di giocattoli pericolosi e 745.000 giocattoli contraffatti.
La nuova direttiva ha fissato degli standard qualitativi molto più rigidi e per ogni singolo elemento materiale sono state fissate delle quantità massime che non possono essere superate, anche nel caso in cui il materiale possa essere asportato dal giocattolo mediante raschiatura.
Inoltre, è stato definito con precisione in quali occasioni un oggetto può essere definito, appunto, come giocattolo. I prodotti che non rientreranno dunque negli standard fissati saranno esclusi dalla categoria e non potranno essere venduti come giochi per bambini.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Confermato l’assoluto divieto di vendita di giocattoli privi del marchio CE: i prodotti che ne sono sprovvisti potranno essere esposti esclusivamente in occasione di fiere ed esposizioni, dunque manifestazioni che non hanno come finalità la vendita al pubblico dell’oggetto. Anche nelle fiere ed esposizioni comunque dovrà essere indicato che i prodotti esposti mancano del marchio CE.
La nuova normativa conferisce inoltre un ruolo di maggiore rilievo ad Accredia, Ente Italiano di Accreditamento, il quale si occuperà dell’attività di vigilanza degli Organismi di valutazione in grado di assegnare ai prodotti il marchio CE. Sarà successivo compito del Ministero dello Sviluppo Economico comunicare alla Comunità Europea quali sono i prodotti che sono stati riconosciuti come rispondenti ai requisiti richiesti.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
JD HancockJD
Hancock by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed