Giovedi, 16 Agosto 2018

Back CREDITO Categorie Credito In Arrivo la Nuova Moratoria per i Mutui Alle Piccole Medie Imprese

In Arrivo la Nuova Moratoria per i Mutui Alle Piccole Medie Imprese


moratoria mutui, abi, piccole medie imprese, credito

Adesso le imprese possono respirare. Messe alle strette dal credit crunch, sull’orlo di una crisi di liquidità, negli ultimi tempi stanno incontrando difficoltà a produrre, ad assumere, insomma, a fare il loro mestiere. Il 28 febbraio è arrivata la buona notizia. L’ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha siglato un accordo con cui si impegna a rinnovare la moratoria per i mutui accesi dalle piccole medie imprese. Dall’altra parte del tavolo, invece, l’Associazione delle imprese (Confindustria). Hanno assistito il viceministro dell’Economia Vittorio Grilli e il ministro allo Sviluppo economico, Corrado Passera. L’incontro si è tenuto al Palazzo Altieri (a Roma), sede dell’Associazione Bancaria Italiana. L’accordo prevede la sospensione delle rate del mutuo per le imprese che soddisfano determinati requisiti. In linea generale i requisiti sono gli stessi delle moratorie scorse e dunque: fatturato non superiore ai 50 milioni di euro all’anno, numero di dipendenti non superiore a 250.  

La lista delle imprese che possono accedere alla moratoria si chiama Avviso Comune. La novità rispetto ai casi precedenti è che, adesso, possono usufruire della sospensione delle rate anche le imprese che ne hanno usufruito in passato. L’introduzione di questa clausola è un segnale di quanto sia impellente il bisogno di liquidità per le imprese. Per far ripartire l’economia è necessaria, infatti, non lasciare indietro nessuna azienda, nemmeno quelle che hanno già beneficiato della moratoria.

La prima moratoria per i mutui delle piccole medie imprese è stata varata nel 2009, annus horribilis della crisi economica (-4,9% del Prodotto Interno Lordo e disoccupazione oltre l’8%). Da allora l’accordo è stato rinnovato di anno in anno, a volte di semestre in semestre. La moratoria si è rivelata presto uno strumento indispensabile, visto che ne hanno usufruito circa 260 mila imprese. E hanno fatto bene: in tutto, sono stati recuperati circa 15 miliardi di euro in liquidità.
L’effetto benefico della moratoria dei mutui delle piccole medie imprese è stato amplificato anche dalle varie moratorie concesse in questi tre quattro anni ai nuclei familiari (molti imprenditori sono padri di famiglia e un alleggerimento su questo fronte ha permesso l’utilizzo di capitali propri).
La decisione dell’Associazione Bancaria Italiana dimostra la consapevolezza, acquisita ormai anche da parte degli istituti di credito e finanziari, di come sia impossibile innescare un circolo virtuoso di crescita in Italia senza dare una forte mano di aiuto alle Pmi. D’altronde, l’aiuto è dovuto, visto che i problemi di accesso al credito derivano in parte anche da un comportamento ‘chiuso’ delle banche, confermato dai dati e dalle parole del governatore di Bankitalia, Ignazio Visco. Al Forex di Parma del 18 febbraio aveva dichiarato: “Le indagini svolte presso banche e imprese segnalano anche un irrigidimento nelle condizioni di offerta dei prestito”. La stretta sul credito, dunque, si allenta.
 
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed