Venerdi, 24 Novembre 2017

Back CREDITO Categorie Credito Clonazione Carte di Credito: Allarme per le Truffe Contactless

Clonazione Carte di Credito: Allarme per le Truffe Contactless


contactless, carte di credito, sicurezza

Il mondo dei pagamenti elettronici si sta evolvendo grazie alla tecnologia Rfid (Radio Frequency IDentification – identificazione a radiofrequenza ): come funziona? E soprattutto in che modo incide sulle garanzie per la sicurezza e il rischio di clonazione delle carte di credito?
Le carte di credito di ultima generazione permettono di effettuare i pagamenti semplicemente avvicinando la carta al pos (con raggio di circa 10 cm), senza strisciarla, apporre la firma o inserire il codice PIN. Addirittura basta avvicinare il portafoglio o la borsa, senza neppure estrarre la carta di credito. Per questo motivo si chiamano anche carte contactless (“senza contatto”). Alla base c’è appunto la tecnologia Rfid, ideata per scopi diversi e in particolare in ambito militare e poi estesa ad utilizzi eterogenei.  

All’estero sono già molto diffuse e ora anche in Italia stanno gradualmente prendendo piede. Presso i registratori di cassa che espongono l’apposito logo è già possibile testare la nuova tecnologia contactless per processare pagamenti al di sotto dei 25 euro. A Milano per la fase test sono già installati migliaia di POS.

I vantaggi in termini di celerità delle operazioni sono evidenti ma come incide questa tecnologia sulla questione sicurezza? Queste nuove carte di credito sono esposte in misura maggiore al rischio di clonazione? Giovanni D’Agata, esponente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e ideatore dello “Sportello dei Diritti”, ha rassicurato i consumatori sottolineando come, al contrario, sarebbe più difficile la clonazione delle carte di credito contactless. In molti hanno invece posto l’accento sulla criticità del fattore sicurezza e sollevato più di un dubbio a tal proposito: persone disoneste potrebbero infatti, se armate di palmare, copiare i dati della carta anche a distanza. Per scongiurare questo rischio viene infatti consigliato di avvolgere la carta di credito nella carta stagnola o, per i più scrupolosi, di rivestire il portafoglio con un’apposita lamina protettiva. In effetti negli Stati Uniti qualche problema di questo tipo è stato riscontrato. Viene allora da chiedersi perché, aldilà dei vantaggi in termini di velocità, il sistema bancario intenda imporre questa tecnologia.
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed