Domenica, 18 Agosto 2019

Credito

GUIDA AI CONTI CORRENTI: BARCLAYS PER TRE

Barclays2.gifAbbiamo recentemente esaminato il conto corrente Barclays Essential Web, un rapporto bancario comunque piuttosto completo, che ci ha convinto pur senza entusiasmarci. Andiamo ora a passare in dettaglio le principali caratteristiche contrattuali del conto Per Tre. Sveliamo innanzitutto perché questo rapporto Barclays si chiama Per Tre: il tre si riferisce al tasso di interesse creditore (lordo) che la banca promette di applicare alle giacenze presenti, remunerate appunto al 3,00%. Una retribuzione delle somme versate che ci sembra molto conveniente, e che difficilmente può essere comparata con prodotti simili sul mercato bancario italiano. Per il resto, il conto ricalca quelle che sono le caratteristiche del conto Essential Web: sono pertanto presenti, in forma gratuita, i servizi di internet, mobile e phone banking per gestire in qualsiasi momento il proprio conto da internet, telefono fisso e telefono mobile; è inoltre possibile domiciliare le principali utenze domestiche e l’accredito dello stipendio o della pensione. Sul fronte degli strumenti transazionali di prelevamento e di pagamento, nulla cambia rispetto all’Essential Web: il conto Per Tre ci fornisce infatti di una carta di credito Premium e di una carta bancomat, permettendo di effettuare fino a un massimo di 50 prelevamenti gratuiti l’anno (attenzione pertanto a non superare la media di una operazione di prelievo settimanale).

Add a comment

GUIDA AI CONTI CORRENTI: BARCLAYS ESSENTIAL WEB

barclays1.gifCon oggi il nostro blog inizia un breve viaggio che ci accompagnerà per qualche settimana, alla scoperta della ricca e complessa offerta di conti correnti e conti di deposito di uno degli istituti bancari più noti, nel nostro Paese, per le proprie operazioni sul web: Barclays. Barclays ha infatti predisposto una gamma di servizi davvero variegata, che promette di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza facendoci risparmiare (si spera!) un bel po’ di denaro, spesso assorbito da commissioni e altri oneri bancari e, contemporaneamente, promettendo una adeguata remunerazione delle nostre giacenze. Ma andiamo con ordine ed esaminiamo il primo dei conti Barclays a nostra disposizione: Essential Web. Essential Web è un classico conto corrente in grado di fornire, a canone zero, tutta quella serie di servizi tradizionalmente abbinati al rapporto bancario. Con Essential Web infatti è possibile ottenere una carta bancomat e una carta di credito Premium in modo rapido e gratuito, potendo pertanto utilizzare le somme presenti sul rapporto per operazioni di prelevamento e pagamento, anche su internet. Occorre tuttavia a questo punto effettuare una precisazione importante: il numero dei prelevamenti annuali compiuti con il Bancomat nell’area euro è ovviamente illimitato, ma solamente le prime cinquanta operazioni sono gratuite. Un numero che può sembrare elevato, ma che in realtà potrebbe rivelarsi insufficiente senza una adeguata organizzazione dei prelievi, per i quali occorrerebbe non superare la transazione per settimana.

Add a comment

GUIDA AI CONTI CORRENTI: IL CONTO TASCABILE DI CHEBANCA

chebanca2.gifI “conti tascabili” ultimamente vanno molto di moda, tanto che oltre alle banche online, anche quelle tradizionali si sono attrezzate per contrastare efficacemente la concorrenza agita attraverso questi rapporti economici, pratici e completi. Il Conto tascabile CheBanca è, nella fattispecie, rappresentato da una carta ricaricabile multifunzione, utilizzabile per effettuare operazioni di pagamento, di prelevamento, di accredito dello stipendio, di addebito di bonifici, e così via, proprio come accade per i tradizionali conti correnti. Uno dei punti maggiormente di gradimento nell’offerta del Conto tascabile CheBanca è la possibilità di personalizzazione della tessera multifunzione. E’ infatti possibile scegliere – attraverso il pagamento di un piccolo sovrapprezzo – il colore preferito tra giallo, verde, azzurro, rosa, blu, argento e rosso. Il canone della carta multicolore, pari a 3 euro mensili, comprende inoltre una protezione contro le frodi. Anche in questo caso non si tratta di un’esclusiva di CheBanca, ma tale previsione è sicuramente apprezzabile in uno scenario di frodi bancarie sempre crescenti nella loro eterogeneità. Ma passiamo in rassegna più in dettaglio le caratteristiche della carta.

Add a comment

GUIDA AI CONTI CORRENTI : IL CONTO DEPOSITO DI CHEBANCA

chebanca1.gifDopo aver esaminato le offerte del Conto Arancio, di IWBank e di Fineco (Vedi box in fondo alla pagina), proseguiamo nel nostro viaggio intorno ai conti di deposito e ai conti correnti online con le offerte di CheBanca, la banca del gruppo Mediobanca che ha recentemente lanciato due prodotti molto pubblicizzati sulle emittenti nazionali. Il primo dei due prodotti di cui oggi parliamo è il Conto Deposito CheBanca, un rapporto che permette di ottenere una remunerazione senza dubbio interessante sulle giacenze, con vincoli limitati a tre, sei o dodici mesi. Uno dei punti di maggior reclamizzazione del prodotto di CheBanca è la possibilità di ricevere l'importo degli interessi anticipatamente. In realtà non si ritiene che questa sia una grande novità: a pensarci bene, da un punto di vista monetario, il meccanismo di acquisto dei Bot nell'asta periodica è il medesimo, con sottoscrizione per il solo importo netto. Altro aspetto reclamizzato è la sicurezza dei risparmi: anche in questo caso non è una grande novità, essendo gli istituti bancari italiani aderenti al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Caratteristica più interessante è invece la totale assenza di spese: il rapporto bancario in oggetto non prevede infatti né commissioni di apertura, né di gestione, né di chiusura o imposta di bollo, assolta dall'istituto di credito.

Add a comment

GUIDA AI CONTI CORRENTI: ANALISI DELL'OFFERTA FINECO

fineco.gifDopo aver esaminato il Conto Arancio e il Conto Corrente Arancio e, ancor più recentemente, il rapporto virtuale offerto da IWBank, passiamo in esame il servizio di Fineco (vedi box a fine articolo). Tra i conti online che abbiamo avuto modo di testare, infatti, quello Fineco ci ha convinto più degli altri per la completezza e la qualità dei servizi di internet banking e di investimento offerti. Certo è che il canone del conto Fineco non è tra i più economici, essendo pari a 5,95 euro. E’ tuttavia prevista la possibilità di azzerarlo in caso di accredito dello stipendio o della pensione, un’operazione tutto sommato non sicuramente rara se si decide di utilizzare il rapporto sopra ricordato quale conto principale. Inoltre è previsto l’azzeramento del canone anche in caso di versamento mensile di un minimo di 1.500 euro, oppure attraverso l’utilizzo frequente dei servizi collegati al conto. Sul portale dell’istituto di credito è a tal proposito presente un simulatore piuttosto semplice da utilizzare, che, sulla base della nostra operatività tradizionale, ci consente di stimare con precisione quale sarà l’importo del canone mensile che subiremo come addebito periodico. Piuttosto buono è anche lo spessore di servizi transazionali e di pagamento offerti. Tra questi, una carta multifunzione, che – con la previsione di una gratuità vitalizia – offre in un’unica tessera tutte le funzionalità di una carta di credito e tutte quelle di una tipica carta bancomat.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed