Lunedi, 18 Giugno 2018

Back CREDITO Categorie Credito BANCA D'ITALIA: TASSI DI INTERESSE BANCARI TROPPO ELEVATI E MANCANZA DI TRASPARENZA SULLO SCOPERTO

BANCA D'ITALIA: TASSI DI INTERESSE BANCARI TROPPO ELEVATI E MANCANZA DI TRASPARENZA SULLO SCOPERTO


bankitaliasen1811.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Il livello di trasparenza delle condizioni e di assistenza ai clienti offerti dagli istituti di credito italiani non è ancora adeguato. A sostenerlo è la Banca d'Italia.
in audizione al senato. Secondo il dirigente del Servizio Normativa e Politiche di Vigilanza della Banca d’Italia, Andrea Generale, infatti, gli esiti degli accertamenti effettuati su 27 intermediari bancari e 14 finanziarie hanno rivelato un livello di adeguamento alla disciplina vigente non pienamente soddisfacente. Per Generale a difettare è soprattutto la completezza delle informazioni contenute nei fogli informativi e la possibilità’ di scelta della clientela tra diversi contratti. In più sul piano organizzativo le iniziative volte ad assicurare che venga prestata assistenza al cliente sono state talvolta carenti.
Il dirigente della Banca d'Italia ha poi rilevato che i tassi sul credito al consumo sono in Italia più elevati rispetto alla media dell'area euro. Ciò è imputabile soprattutto alla ridotta dimensione del mercato che: “non consente di sfruttare a pieno le economie di scala e il canale distributivo utilizzato”.
Secondo le rilevazioni della Banca D'Italia i tassi di interesse medi praticati dalle banche e dalle società finanziarie si posizionavano su livelli elevati in tutte le categorie, soprattutto per quanto riguarda le carte di credito revolving. In questo caso il tasso di interesse arrivava al 17% per le operazioni fino a 5mila euro e quasi il 13% per le rimanenti. Anche sul fronte della cessione del quinto dello stipendio e della pensione i tassi rilevati raggiungevano il 14% per i prestiti fino a 5mila euro e l'11,7% per quelli di importo superiore. Tassi elevati sono stati rilevati anche per quanto riguarda i prestiti personali (11,3%) e sulle commissioni relative agli scoperti in conto corrente senza affidamento (17% sino a 1500 euro e 13,5% oltre tale importo).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Per quanto riguarda le commissioni di massimo scoperto Andrea Generale ha sottolineato come le lacune della normativa creino spazi a prassi scorrette quali l'applicazione del tasso extra-fido sull'intero saldo debitore, anziché sul solo sconfinamento, o il calcolo delle commissioni riferito al saldo a debito per valuta anziché a quello disponibile.
Rimanendo sempre sul tema dei conti correnti, infine, la Banca d'Italia ha rilevato come la spesa media, al netto dell'imposta di bollo, sia risultata in linea con quella rilevata l'anno prima ossia sempre 114 euro. L'unica riduzione registrata ha riguardato i canoni e le spese per prelievi e pagamenti.


LA REPLICA DELL'ABI
La replica dell'Abi non è tardata ad arrivare. Secondo l'Associazione Bancaria Italiana le commissioni di scoperto applicate dalle banche italiane sono determinate dall’esercizio della piena concorrenza tra una amplissima platea di operatori. Tutto ciò a garanzia di condizioni competitive a vantaggio della clientela. A conferma di ciò, l'Abi evidenzia che la stessa Banca d’Italia aveva rilevato nel mese di febbraio 2010 come all’indomani dell’applicazione della nuova legge il mercato avesse registrato una flessione media dei prezzi del 41% per le commissioni applicate agli affidamenti e del 35% per le commissioni sugli scoperti.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed