Mercoledi, 19 Settembre 2018

Back CREDITO Categorie Credito Le Rimesse Degli Stranieri Superano i 6,4 Miliardi di Euro, Oltre un Quarto Diretto Verso la Cina

Le Rimesse Degli Stranieri Superano i 6,4 Miliardi di Euro, Oltre un Quarto Diretto Verso la Cina


bancapopre.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Gli stranieri che vivono in Italia negli scorsi 12 mesi hanno fatto defluire oltre 6,4 miliardi di rimesse, una valore in calo del 5,4% rispetto al 2009 (è la prima volta dal 2005). È questo uno dei dati principali di uno studio della Fondazione Leone Moressa sui flussi monetari transitati per i canali di intermediazione regolare in uscita dall’Italia da parte degli stranieri che vivono nel nostro Paese. Secondo lo studio è in calo anche il valore delle rimesse calcolate a livello pro capite che nel 2010 è stato pari a 1508 euro, contro i 1734 euro del 2009 (-13%).Così come il valore delle rimesse in rapporto al Pil che nel 2010 è stato pari allo 0,41% del prodotto interno lordo, contro lo 0,44% dell'anno precedente.
Questo enorme flusso di denaro si rivolge soprattutto verso oriente, dove la macroarea asiatica assorbe il 47,4% di tutti i flussi monetari, per un valore superiore ai tre miliardi di euro. Il 27,7% delle rimesse rimane all'interno dei confini europei, il 12,5% si muove in direzione Africa, mentre l'11,6% rimanente va verso l'America. La contrazione del volume totale delle rimesse ha provocato una riduzione dei flussi di denaro anche in quasi tutte le aree di destinazione. Nello specifico il continente asiatico ha ricevuto il 9,5% in meno di denaro e l'Africa il 4,5%, mentre le rimesse verso i Paesi Europei sono aumentate del 4,2%.
I Paesi che ricevono il maggior volume di denaro sono la Cina con 1,7 miliardi di euro, seguito dalla Romania (800 milioni di euro), dalle Filippine (712 milioni di euro) e dal Marocco (251 milioni di euro). Rispetto al 2009 questi valori risultano in calo del 10,2% per quanto riguarda la Cina, dell'11,1%, per le Filippine e del 3% per la Romania.
Secondo la Fondazione Leone Moressa ogni cinese residente in Italia invia in patria poco più di 9 mila euro, riuscendo così a mantenere 2,9 cinesi in patria. Questo significa che complessivamente la comunità cinese in Italia mantiene oltre mezzo milione di connazionali in Patria. Dietro i cinesi troviamo i filippini che con 5.761 euro di rimesse pro capite sostengono una comunità in patria di 468 mila concittadini, seguono i bengalesi che mantengono 400 mila soggetti e i senegalesi che provvedono a 308 mila connazionali.
Oltre un quarto delle rimesse che escono dall'Italia provengono da Roma, dove nel 2010 sono usciti 1,7 miliardi di euro. Seguono la capitale Milano (825,567 milioni di euro; 12,9% del totale), Napoli (212,608 milioni; 3,3%), Firenze (198,436 milioni; 3,1%) e Prato (179,141 milioni; 2,8%).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Per queste provincie la prima nazionalità di destinazione è la Cina, con in testa Prato dal quale il 90,5% dei flussi monetari in uscita defluisce verso il Paese asiatico. La Romania è invece la prima destinazione Delle rimesse di Torino, Brescia e Verona.
Secondo i ricercatori della fondazione Moressa, la crisi economica che ha colpito l'Italia ha creato un aumento del numero dei disoccupati stranieri, mettendo a dura prova i bilanci di questi immigrati. La conseguenza è stata una naturale contrazione di quella parte di risparmio destinata ai paesi di origine, per garantirsi la sopravvivenza in Italia. Inoltre,,il calo delle rimesse dipende anche dal fatto che molti stranieri nel tempo hanno scelto l’Italia come il proprio paese di residenza, avvicinando e ricongiungendo a sé la propria famiglia col risultato che parte del denaro che prima veniva inviato in Patria, ora rimane nel territorio nazionale.

[Via: Fondazione Leone MoressaFondazione Leone Moressa ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE :

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed