Sabato, 25 Novembre 2017

Back CREDITO Categorie Credito Pagamenti Elettronici: gli Italiani Sono Favorevoli Ma Utilizzano Ancora i Contanti

Pagamenti Elettronici: gli Italiani Sono Favorevoli Ma Utilizzano Ancora i Contanti


carte di credito, pagamenti elettronici, contanti

Gli italiani sono pronti all'utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici, ma nella realtà preferiscono ancora i contanti. Nel nostro Paese, infatti, il 96% della popolazione che accede ad internet possiede una carta di credito, ma solo il 57% la utilizza per gli acquisti. É questo il quadro che esce da una ricerca Ispo, realizzata su un campione rappresentativo della popolazione che utilizza internet (800 individui), in occasione del “No cash day”.
Secondo i dati presentati, il 52% del campione sostiene di essere molto favorevole ai sistemi di pagamento elettronico, mentre il 28% lo è abbastanza. Tra i più favorevoli troviamo gli uomini, i residenti del Centro Italia, gli occupati e i più istruiti. Nonostante questo interesse verso i pagamenti elettronici, il nostro Paese, rimane quello che nel vecchio contenente è più legato al denaro contante.  

Un'abitudine che non è certo a costo zero come la maggioranza degli italiani pensa. Infatti, secondo i dati pubblicati nella ricerca, l'utilizzo del contante costa ogni anno in Italia 10 miliardi di euro. Ogni Italiano, secondo la ricerca, spende oltre 200 euro per mantenere il denaro contante. Un aspetto di cui è a conoscenza solo il 37% del campione intervistato (quota che cresce col crescere dell'età).

La ricerca sottolinea che il 79% del campione concorda nella necessità di contenere i costi del contante e nell'opportunità di incentivare l'utilizzo della moneta elettronica. La maggioranza del campione ritiene inoltre importante che i commercianti, gli esercenti, gli artigiani e gli studi professionali si dotino di lettori di carte di credito per i pagamenti. In Italia, infatti, capita molto spesso che alla richiesta di pagare con bancomat o carte di credito si ottenga una risposta negativa da parte dell'esercente.
Secondo i dati presentati vi è una maggiore convenienza e sicurezza nell'uso degli strumenti di pagamento elettronici rispetto al denaro contante. Le motivazioni per cui favorire l'uso dei pagamenti elettronici rispetto al contante sono sostanzialmente tre. Primo perchè, come abbiamo visto, il contante e tutt'altro che gratuito. In secondo luogo perchè il denaro contante non essendo tracciabile favorisce l'evasione fiscale e terzo perchè l'uso del contante è più soggetto a furti sia alle persone fisiche che agli sportelli bancari.
Con la manovra Salva Italia abbiamo visto un primo tentativo di favorire la tracciabilità e i pagamenti elettronici, vietando l'uso del contante per i pagamenti oltre i 1000 euro. Ma sono necessari sicuramente ulteriori passi, anche da parte degli istituti di credito per favorire l'uso di carte di credito e bancomat.
Valore Conto 468 x 60

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631



CREDIT
baptiste.franchinabaptiste.franchina by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed