Sabato, 24 Febbraio 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie EcoCar AUTO ELETTRICA: IN ARRIVO NISSAN LEAF E NUOVE INTERESSANTI MODALITÀ DI RICARICA

AUTO ELETTRICA: IN ARRIVO NISSAN LEAF E NUOVE INTERESSANTI MODALITÀ DI RICARICA


nissanleaf.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Auto Elettrica: in Arrivo Nissan Leaf e Nuove Interessanti Modalità di Ricarica | Ricarica | Energia Pulita | Cabina |

Se ben vi ricordate, recentemente abbiamo parlato delle novità del mondo automobilistico nei termini di una produzione di vetture maggiormente ecosostenibili
novità del mondo automobilistico nei termini di una produzione di
vetture maggiormente ecosostenibili, e abbiamo evidenziato come Nissan sia tra i principali protagonisti di questa nuova tendenza “verde” dell’automotive internazionale. Riprendiamo allora quel discorso appena avviato, per segnalarvi che la società asiatica ha annunciato finalmente i prezzi del proprio veicolo elettrico, la Leaf, che dovrebbe arrivare sui mercati del vecchio Continente tra breve tempo ad un prezzo che – per il Regno Unito – è stato stabilito in 23.350 sterline grazie a un incentivo governativo (già incluso nel prezzo) pari a 5 mila sterline. E in Italia? Le indicazioni di Nissan non sono molto dettagliate, e pertanto non ci resta che fare qualche considerazione consequenziale. La compagine ha infatti affermato che, “nella maggioranza dei mercati europei principali”, la Leaf costerà meno di 30 mila euro, ad un prezzo che è effettivamente confrontabile con i modelli “tradizionali” o quelli ibridi. E infatti, dopo il Regno Unito, la Leaf sbarcherà in Irlanda e in Portogallo ad un prezzo di listino pari a 29.955 euro comprensivi di incentivi, mentre in Olanda la nuova vettura di Nissan sarà più cara, con un costo per il consumatore pari a 32.839 euro, che però non è ovviamente comprensivo dei benefici fiscali che dovrebbero consentire all’acquirente di risparmiare tra i 5 e i 16 mila euro nei cinque anni successivi all’acquisto.
Ancora, Nissan avrebbe confermato che il prezzo di listino sarebbe comprensivo della maggioranza degli accessori e, ovviamente, della batteria. L’attesa per le nuove mosse di Nissan, e dei principali competitors di quest’ultima, è davvero elevata nel mercato auto europeo. Un primo segnale del potenziale successo di questi modelli sarà tuttavia ottenibile solo a metà luglio, quando verranno aperte le finestre temporali utili per prenotare le auto elettriche di Nissan, che saranno poi collocate su strada solamente nel corso del primo bimestre del prossimo anno per quanto riguarda il Regno Unito e l’Irlanda, e a dicembre dell’anno in corso per ciò che concerne Portogallo e Olanda. A metà del 2011, invece, la Leaf dovrebbe giungere sulle strade di Francia, Spagna, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Il potenziale arrivo in Italia è previsto per i mesi successivi.

DALLA SPAGNA UNA NUOVA SOLUZIONE PER LA RICARICA DELL'AUTO
Il problema dei tempi (e delle modalità) di ricarica, oltre al costo della vettura, è uno dei problemi maggiori che tende, allo stato attuale , a limitare la diffusione verso le auto elettriche. Mentre in Europa si stanno studiando le normative per rendere standard i processi di ricarica, iniziano a vedersi “in giro” alcuni soluzioni interessanti per la ricarica “on the road”. 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


È stata inaugurata una settimana fa a Madrid la prima cabina telefonica che permette di ricaricare l'auto elettrica. Il progetto, frutto di un accordo tra EndesaEndesa e Telefonica, prevede che gli automobilisti possano ricaricare la propria auto elettrica attraverso delle carte telefoniche prepagate da inserire nella cabina telefonica. Le carte prepagate potranno essere ricaricate da Internet.
Le cabine telefoniche pubbliche, che hanno perso appeal data la grande diffusione della telefonia mobile, possono così ritornare utili, senza subire grosse modifiche. L'idea è quella di istallarle in punti strategici come parcheggi o aree metropolitane adatte.
Per quanto riguarda Madrid, il progetto gode dell'appoggio dell'amministrazione cittadina e fino a fine 2010, sarà gratuito per i cittadini che posseggono auto elettriche, ai quali verrà consegnata una carta prepagata : “ Emissioni Zero”. Endesa pare credere molto in questo genere di soluzioni di mobilità sostenibili. La speranza è che facendo parte dell'Universo Enel (che ne è proprietaria) questa idea possa essere esportata anche in Italia.

 


gommadiretto.it

 
 RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed