Martedi, 21 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Energia TARIFFA BIORARIA: PREZZI VARIABILI DURANTE IL GIORNO E MAGGIORI POSSIBILITÀ DI RISPARMIO

TARIFFA BIORARIA: PREZZI VARIABILI DURANTE IL GIORNO E MAGGIORI POSSIBILITÀ DI RISPARMIO


tariffabioraialong010.gif
http://www.wikio.it
Attivati subito
  • Prec.
  • 1 of 3
  • Succ.
Tariffa Bioraria: Prezzi Variabili Durante il Giorno e Maggiori Possibilità di Risparmio | Consumatori |

Dal 1° luglio, 4,5 milioni di famiglie italiane riceveranno una bolletta elettrica calcolata con i nuovi prezzi biorari. Come abbiamo già accennato qualche mese fagià
accennato qualche mese fa, le singole famiglie sono già state informate di questo cambiamento con specifici avvisi, in quanto  l'Autorità per l'Energia e il Gas ha disposto che venissero inviati tre avvisi dall'inizio dell'anno. Il nuovo sistema verrà esteso successivamente ed in modo graduale a tutte le famiglie in possesso del contatore elettronico “intelligente”, in grado di leggere i consumi nei diversi momenti. Secondo il piano predisposto già ad agosto le famiglie coinvolte saranno 11 milioni (in totale), 15,5 milioni ad ottobre , 20 milioni a dicembre fino a coinvolgere tutte le famiglie che non abbiano cambiato contratto scegliendo fra altre offerte sul mercato libero. Infatti la Tariffa Bioraria non sarà obbligatoria, per coloro che non volessero usufruire dei prezzi biorari stabiliti dall’Autorità sono disponibili altre soluzioni, consultabili utilizzando il TrovaOfferteTrovaOfferte. Si tratta, come abbiamo vsito, di un ottimo motore di ricerca, predisposto dall'Autorità  per confrontare tutte le proposte presenti sul mercato (per energia e gas), in base alle esigenze di consumo degli utenti.


COSA CAMBIA CON IL NUOVO SISTEMA DEI PREZZI BIORARI
Con la Tariffa Bioraria il prezzo dell'elettricità non sarà più unico come avviene adesso, ma sarà differenziato a seconda del momento di utilizzo. In generale il prezzo sarà più basso dalle 19 alle 8 dei giorni feriali, tutti i sabati, domeniche e gli altri giorni festivi (in bolletta sono le fasce orarie indicate con “F 23”), mentre costerà di più dalle 8 alle 19 dei giorni lavorativi (in bolletta indicata come fascia oraria “F1”), quando la domanda e i costi sono più elevati.
In questo modo il consumatore potrà pagare la corrente in modo più equo, in rapporto al costo di produzione dell'elettricità che varia durante i diversi momenti della giornata (a seconda della domanda). Con la nuova tariffa bioraria ai consumatori converrà concentrare almeno due terzi dei propri consumi domestici (più del 66%) nelle fasce orarie F 23, ovviamente nel limite del possibile. Il risparmio per le famiglie sarà tanto maggiore quanto i consumi verranno spostati negli orari più convenienti. A tal proposito i consumatori troveranno nelle bollette l'esatta ripartizione dei propri consumi nei diversi momenti, di modo da avere dei riferimenti per adeguare le proprie abitudini


UNA FASE TRANSITORIA DI 18 MESI
l'Autorità per l'energia ha deciso, accogliendo le richieste delle associazioni dei consumatori che per il primo anno e mezzo, la differenza tra i costi dell'energia avrà una forbice tra il minimo e il massimo pari al 10%, così da dare maggior possibilità alle famiglie di abituarsi al sistema. Ciò significa che il risparmio sarà all'inizio contenuto, ma i consumatori potranno adeguare i propri consumi nel tempo verso usi più efficienti.
Dal 1° gennaio 2012, verranno applicati prezzi biorari che rispecchieranno integralmente il diverso costo dell’elettricità nei diversi momenti. Le differenze di prezzo saranno quindi più accentuate, con maggiori possibilità di risparmio in bolletta per i consumatori più “virtuosi”.
Il risparmio individuale farà da traino verso maggiori opportunità di risparmio a livello aggregato e maggiori benefici ambientali. Questo perché, nel limite del ragionevole, i consumatori potranno spostare alcune abitudini di consumo verso le ore più convenienti, favorendo una riduzione della domanda e di conseguenza diminuendo il lavoro a carico delle centrali meno efficienti. Ora , invece per assorbire il picco delle richieste di energia elettrica si è costretti a far lavorare a pieno regime le centrali,che per la maggior parte producono elettricità a partire da fonti fossili.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


BENEFICI AMBIENTALI ED ECONOMICI
L'Autorità per l'Energia e il Gas stima che , se le famiglie nel loro insieme spostassero il 10% dei consumo nei periodi del giorno più favorevoli, si otterrebbe una riduzione di emissioni di CO2 pari a 450 mila tonnellate l'anno. Un risparmio di emissioni pari a quelle prodotte da una centrale in grado di soddisfare i consumi di una città di circa 500mila abitanti.
Dal punto di vista economico, si risparmierebbero 209 milioni di euro, 9 dei quali per minori emissioni di CO2, 80 milioni di euro in minori spese per combustibili e oltre 120 milioni come costi di impianto.


IL PESA CONSUMI
Per aiutare i consumatori a capire meglio come risparmiare, modificando le proprie abitudini di consumo, l'Autorità per l'Energia ha messo a disposizione un simulatore. Il PesaConsumi, disponibile a questo indirizzodisponibile
a
questo indirizzo, permetterà ai consumatori di valutare i propri consumi in varie ipotesi di utilizzo degli elettrodomestici. Non tutti gli elettrodomestici, infatti, consumano allo stesso modo, anzi alcuni di essi incidono particolarmente sulla nostra bolletta, come lavatrici, lavastoviglie, ferri da stiro, cucine elettriche etc.
il PesaConsumi permetterà di evidenziare il peso percentuale dell'utilizzo di questi elettrodomestici nei vari momenti in cui l'elettricità costa di più. I consumatori potranno di conseguenza spostare l'utilizzo di alcuni elettrodomestici in momenti più convenienti della giornata o della settimana.
Per maggiori informazioni sul funzionamento della tariffa bioraria è disponibile lo Sportello per il consumatore dell’Autorità al numero verde 800.166.654, attivo nei giorni feriali dalle 8 alle 18.

  [Via: Autorità per l'Energia e il Gas Autorità per l'Energia e il Gas]



RISORSE

L'utilizzo di dispositivi taglia stand bydispositivi
taglia
stand by,  può portare ad un  risparmio del 10%, così pure l'ottimizzazione nell'uso di elettrodomestici comuni quali frigoriferofrigorifero, lavatricelavatrice, lavastoviglielavastoviglie , televisoretelevisore e condizionatorecondizionatore.

 

ALTRE RISORSE:

 

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente World of OddyWorld
of Oddy di flickr per l'immagine

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Eolico

impiantoeolico

Rinnovabili 

eolico

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed