Giovedi, 23 Novembre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Eolico AUTORITÀ PER L'ENERGIA: NUOVE PROCEDURE PIÙ SNELLE PER PROMUOVERE LE FONTI RINNOVABILI

AUTORITÀ PER L'ENERGIA: NUOVE PROCEDURE PIÙ SNELLE PER PROMUOVERE LE FONTI RINNOVABILI


pannellocontrolloeolico1009.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Autorità per l'Energia: Nuove Procedure più Snelle per Promuovere le Fonti Rinnovabili | Pannello di Controllo | Eolico |

l'Autorità per l'Energia e il Gas ha rilasciato un nuovo pacchetto di provvedimenti per promuovere l'integrazione della produzione da fonti rinnovabili e della generazione distribuita nel sistema elettrico e nel mercato, semplificando e rendendo più snelle alcune procedure. Abbiamo già più volte esposto in passato come uno degli ostacoli maggiori allo sviluppo delle fonti rinnovabili nel Nostro Paese sia proprio l'aspetto burocratico e le leggi locali sul tema, nonostante l'articolo 12 del decreto legislativo 387 del 2003, abbia sancito, oramai 7 anni fa, la necessità di emanare una normativa omogenea a livello nazionale. Un primo passo verso lo sviluppo di criteri unitari sul territorio nazionale è arrivato dalla approvazione delle linee guida amministrative per le fonti rinnovabililinee
guida amministrative per le fonti rinnovabili, in occasione della presentazione del terzo conto energiaterzo conto energia . Vediamo ora cosa ha stabilito l'Autorità nelle delibere ARG/elt 125 e ARG/elt 112/10.


PANNELLO DI CONTROLLO E OCCUPAZIONE DI CAPACITÀ DI TRASPORTO
L'Autorità ha disposto la creazione di un nuovo pannello di controllo che permetta a tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione di un progetto, quali distributori, Terna, GSE, richiedente la connessione/produttore, di monitorare lo stato di avanzamento, garantendo perciò la possibilità di individuare gli interventi di propria competenza in tempo reale e con maggiore trasparenza.
L'Autorità per l'Energia ha anche introdotto nuove regole per evitare l'occupazione della capacità di trasporto sulla rete, nei casi un cui non venga realizzato l'impianto dopo l'accettazione del preventivo. Questa scelta vuole evitare che lo sviluppo del sistema elettrico rimanga ostacolato da questo genere di situazioni, soprattutto nelle zone in cui la capacità di trasporto richiesta è superiore a quella disponibile sulla rete. Queste nuove regole, fa sapere l'Autorità, verranno applicate solo per gli impianti che dovranno essere connessi nelle aree critiche o alle linee critiche, anche nel caso di iter per la connessione già in corso.


NUOVE PROCEDURE PER LE CONNESSIONI E TEMPI DI PAGAMENTO PIÙ RAPIDI
L'Autorità ha definito procedure più puntuali sul fronte connessioni per rafforzare il coordinamento tra gestori di reti, indispensabile soprattutto nelle zone in cui le reti sono sature. Terna e le imprese distributrici (con almeno 100 mila clienti) dovranno predisporre e rendere disponibile una mappa della propria rete segnalando le aree e le linee prossime alla saturazione.
Per quanto riguarda il ritiro dedicato o lo scambio sul postoscambio sul posto , l'Autorità ha introdotto nuove procedure per consentire il pagamento dell'energia elettrica destinata al GSE, fin dal primo giorno di entrata in funzione dell'impianto

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


IMPIANTI EOLICI
Con la delibera ARG/elt 112/10 l'Autorità si è posta l'obiettivo di promuovere l'integrazione della produzione da impianti eolici nel sistema elettrico e nel mercato, consentendo una più efficiente gestione della rete e minori costi per i clienti finali. La delibera introduce un indicatore del grado di affidabilità dell'utente del dispacciamento, chiamato indice IA, e relativo alla remunerazione della mancata produzione da impianti eolici a seguito di eventuali richieste di riduzione della produzione da parte di Terna per garantire la sicurezza del sistema elettrico. Questa remunerazione sarà (a partire da novembre) correlata all'efficacia dell'interazione degli impianti eolici con il sistema elettrico, in modo da accelerarne l'integrazione e di promuovere una più efficiente gestione della rete da parte di Terna.
Come i nostri lettori ormai sapranno però, un'integrazione ottimale delle energie rinnovabili (soprattutto degli impianti eolici) nel sistema elettrico è possibile solo con l'introduzione delle Smart Grid. Qualche tempo fa l'Autorità ha lanciato un piano di incentivi verso alcuni progetti pilota per lo sviluppo delle smart grids
alcuni progetti pilota per lo sviluppo delle smart grids , tuttavia non sono stati ancora resi disponibili i risultati di tale campagna.

[Via: Autorità per l'Energia  Autorità per l'Energia ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente blackheartking.com (xtyler)blackheartking.com
(xtyler) di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Energia

energia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed