Martedi, 21 Novembre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Eolico GSE: NEL 2009 LE FONTI RINNOVABILI CRESCONO AL 20,8% DEL CONSUMO INTERNO LORDO DI ENERGIA

GSE: NEL 2009 LE FONTI RINNOVABILI CRESCONO AL 20,8% DEL CONSUMO INTERNO LORDO DI ENERGIA


bilanciogse09ren0310.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Il Gse (Gestore Servizi Energetici) ha pubblicato il Bilancio Elettrico italiano 2009, con riferimento alla quota di fonti rinnovabili che contribuiscono a soddisfare il fabbisogno nazionale.
Il documento del Gse sottolinea come la crisi economica abbia abbassato la richiesta di energia elettrica sulla rete italiana, pari in totale a 320,3 TW, di circa il 6% rispetto al 2008. la contrazione è stata particolarmente ampia per quanto riguarda i consumi del settore industriale che sono diminuiti del 14% (da 151,3 TWh a 130,5 Twh), soprattutto nel settore siderurgico che ha fatto registrare un -27%. Gli altri settori economici, invece, sono rimasti sostanzialmente stabili, in termini di consumi. Il comparto domestico ha un peso sui consumi totali di energia del 23%, il settore terziario del 32% e quello agricolo del 2%.
Nonostante il calo dei consumi si è registrato un aumento del ricorso alle importazioni nette del 12%, accompagnato ad una riduzione della produzione nazionale dell'8%. In termini di contributo delle varie forme di energie, il 2009 ha visto crescere l'apporto delle fonti rinnovabili del 19% ed una contestuale riduzione dei combustibili fossili pari al 14%. Le fonti fossili, tuttavia, continuano a fornire il contributo principale al soddisfacimento della domanda elettrica (65%), seguite dalle rinnovabili (21%) e dalle importazioni nette (14%).
In riferimento agli impianti alimentati da fonti rinnovabili, il Gse, rileva che alla fine del 2009, la potenza totale installata in Italia è pari a 26519 MW, l’11% in più rispetto al dato di fine 2008.


CONTRIBUTO DELLE RINNOVABILI
Il Gse comunica che la produzione lorda di energia elettrica da fonte rinnovabile nel 2009 è stata pari a 69330 GWh, in crescita del 19% rispetto all’anno precedente.
La fonte prevalente nel mix delle rinnovabili italiane risulta quella idroelettrica, a cui si può scrivere il 67% della crescita della produzione lorda registrata nel 2009 e che cresce del 18% rispetto ai dati 2008, raggiungendo i 49138 Gwh, grazie alle favorevoli condizioni di idraulicità registrate nell’ultimo anno.
La fonte che è cresciuta maggiormente è però quella eolica, che come abbiamo visto proprio recentemente, ha fatto registrare una variazione positiva del 35% nell'ultimo announa
variazione positiva del 35% nell'ultimo anno, con l'installazione di nuovi parchi che hanno permesso di raggiungere i 6543 Gwh.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Rilevante anche la crescita della potenza installata degli impianti alimentati a biomasse e rifiuti che hanno fatto registrare un +30% nell'ultimo anno, passando dai 1555 MW del 2008 ai 2018 MW del 2009. Continuano a crescere a ritmi sostenuti gli impianti fotovoltaici presenti sul territorio nazionale. Il Gse comunica che nel 2009, il loro numero e la potenza installata sono più che duplicati rispetto all’anno precedente, fino a raggiungere la soglia di 71288 impianti per 1144 MW complessivi. Dato ulteriormente migliorato nel corso dell'ultimo anno, visto che nei giorni scorsi lo stesso GSE ha comunicato che in Italia sono stati superati i 100mila impianti fotovoltaiciGSE ha comunicato che in
Italia sono stati superati i 100mila impianti fotovoltaici entrati in esercizio. Ad oggi tra il vecchio e nuovo conto energia risultano in esercizio 100200 impianti fotovoltaici per una potenza installata pari a oltre 1600 MW. Secondo il Gestore dei Servizi Energetici entro la fine di quest'anno la capacità fotovoltaica installata nel nostro Paese supererà i 2500 MW, quasi mille MW in più rispetto all’attuale, mentre nel 2011, ci si aspetta che le nuove realizzazioni fotovoltaiche potrebbero raggiungere i 2 mila MW.
Tornando ai dati del 2009 il Gse comunica che lo scorso anno l'incidenza della produzione da fonti energetiche rinnovabili rispetto al consumo interno lordo, dal 16,5% al 20,8%. Le motivazioni di questa crescita sono riconducibili alla sensibile variazione positiva dell’apporto delle rinnovabili e alla contestuale diminuzione della richiesta di energia elettrica.

[Via: Bilancio Elettrico Italiano 2009Bilancio Elettrico Italiano 2009]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente WarzauWynnWarzauWynn di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Energia

energia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed