Giovedi, 19 Luglio 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News Energia, Meno Cara Del 30% con le Cooperative Elettriche

Energia, Meno Cara Del 30% con le Cooperative Elettriche


fotovoltaico, cooperative, bolletta elettrica

L’Italia ‘vanta’ bollette tra le più care d’Europa. In questa prospettiva, anche una piccola possibilità di risparmio è oro, figuriamoci quando c’è la possibilità di risparmiare fino al 30%. Non è una cifra parata a casaccio, ma la concreta opportunità che offrono le cooperative elettriche. Probabilmente sono in pochi a conoscerle, nonostante abbiano alle spalle una lunga storia. Le cooperative elettriche sono associazioni di cittadini che si ‘autoproducono e autopagano’ l’energia elettrica. Sono una realtà, come già detto, di antica origine e ben radicata nel territorio. Sono diffuse lungo tutto l’arco alpino, dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia. Sono in tutto 73, gestiscono 80mila utenze e danno ‘luce’ a 330mila persone.
I dati sono stati diffusi nel corso di un convegno tenutosi a Roma nei giorni scorsi, “La cooperazione elettrica dell’arco alpino”, organizzato da Federconsumo-Confcooperative e da Federutility.

E’ stato Costantino Giacomelli, presidente delle cooperative elettriche, a raccontare cosa questa realtà significhi per il territorio e a dare testimonianza dell’immenso valore simbolico: “È un’esperienza straordinaria dove il cittadino è socio, produttore, consumatore e utente del servizio. In queste località l’unica energia disponibile è quella delle cooperative, alle quali l’Enel ha da sempre demandato il compito della produzione elettrica per le difficoltà di produrre ed erogare energia in alta quota”.

Il presidente ha anche citato un po’ di numeri: la rete si articola per circa 2mila chilometri, produce 500 milioni di Kwh e ne distribuisce 350. Destinazione di questa energia sono 60 comuni e oltre 100 comunità di frazione.
L’efficienza è una delle caratteristiche che spicca. L’eccellenza è di casa, se si tratta di cooperative elettriche. Da segnalare in particolare il centro di teleriscaldamento di Morbegno e il collegamento di fibra ottica si Storo. Quest’ultimo fornisce oltre 25mila utenze, tra soggetti industriali e domestici.
La storia delle cooperative elettriche, dicevamo, è molto antica. In un certo senso precede quella dell’elettrificazione su scala nazionale. Sono nate, infatti, sul finire dell’Ottocento, quando dell’energia elettrica come servizio esteso a tutti se ne parlava solamente. Tutto ciò è frutto, oltre che dell’intuizione e dello spirito di autonomia della popolazione locale, di problemi logistici che da sempre ostacolano l’azione dell’Enel in quei territori. Nasce da qui il bisogno di delegare ai cittadini stessi la produzione di energia, esigenza recepita a pieno.
La cosa assume anche una decisa rilevanza ambientale, visto che le fonti utilizzate sono rinnovabili. Ecco cosa dichiara Vincenzo Mannino, segretario generale di Confcooperative: “La cooperativa elettrica d'utenza in Italia potrebbe rappresentarne gradualmente una risposta sempre più valida e accreditabile. Un'energia pulita, prodotta interamente da fonti rinnovabili, idrica in prevalenza e fotovoltaica”.
 
Attivati subito
RISORSE:
  •  

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed