Domenica, 23 Settembre 2018

Eventi ed Iniziative

Geotermia: con i Nuovi Impianti Possibili Risparmi in Bolletta per 10 Miliardi

Energia Geotermica, energie rinnovabili, geotermia Un maggiore sviluppo della geotermia potrebbe portare risparmi per 10 miliardi alla bolletta petrolifera italiana italiana, di cui la metà andrebbero alla produzione di energia. A sostenerlo è stato un rapporto presentato durante un brain storm sulla geotermia organizzato Sigea (Società Italiana di geologia Ambientale) e Ugi (Unione Geotermica Italiana). Questo risultato si potrebbe ottenere sfruttando maggiormente le risorse geotermiche ad alta temperatura con l'ausilio di nuove tecnologie. Un obiettivo non impossibile se si pensa che nel nostro Paese la geotermia conta risorse per 500 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep), pari a 2,5 volte i consumi annui nazionali di elettricità (185 Mtep), ma che vengono sfruttate per solo il 3%, coprendo solo il 7% dei consumi annuali.
Un autentico tesoro non sfruttato, soprattutto in considerazione del fatto che la geotermia è un'energia rinnovabile che presenta caratteristiche di continuità assoluta.  

Add a comment

Pneumatici Fuori Uso: Scoperte 1415 Discariche Illegali Dal 2005

Pneumatici fuori uso, discariche, criminalitàGli pneumatici fuori uso (PFU) costituiscono un rifiuto estremamente pericoloso per l'ambiente, tanto che un anno fa è stata emanata una legge che ha introdotto un contributo ambientale per lo smaltimento degli pneumatici a fine vita e si è stabilito l'obiettivo di eliminare i flussi illegali di PFU. Per questa ragione è nato anche Ecopneus, consorzio senza scopo di lucro attivo nella gestione e nel recupero degli pneumatici fuori uso.
Secondo quanto riportato dal consorzio in un recente convegno, la situazione italiana, pur in miglioramento, si presenta decisamente critica sul fronte del corretto smaltimento degli pneumatici. Infatti sono tante le discariche illegali che sorgono in ogni parte d'Italia, dal 2005 ne sono state individuate ben 1415, di cui 93 solo negli ultimi otto mesi, per una superficie complessiva di 7 milioni di metri quadrati.

Add a comment

Carbone: gli Effetti Sul Clima e Sulla Salute

carbone, energia, inquinamentoIl WWF ha lanciato oggi la campagna “Decarbonizziamo l'Italia” per sensibilizzare sui problemi che il carbone comporta e per liberare il nostro Paese da una fonte di energia “vecchia e sporca”. Liberare l'Italia dall'Età del carbone è possibile perchè non ha un grosso peso nella produzione di energia elettrica (12% circa), sebbene il carbone incida moltissimo nell'emissione di gas serra. La necessità sarebbe quella di far evolvere l'Italia verso un'economia carbon free che punti sulle energie rinnovabili e sull'efficienza energetica.
Il carbone, infatti, è la fonte energetica nemica del clima e della salute per eccellenza, spiega il WWF, responsabile di oltre il 30% delle emissioni italiane di gas serra. Questo perchè per ogni Kwh prodotto vengono emessi 750 grammi di CO2, il gas naturale ne emette poco meno della metà (370 grammi).

Add a comment

Fumo Passivo: le Sigarette Inquinano Più Delle Automobili

fumo, fumo passivo, inquinamentoSi parla spesso delle conseguenze del fumo passivo sulla salute delle persone ma i dati scientifici resi noti dal Codacons evidenziano anche i danni, troppo spesso sottovalutati, che le sigarette hanno per l’ambiente.
Il fumo passivo, quello che si diffonde nell’aria e che anche i non fumatori sono costretti senza possibilità di scelta a respirare, inquina più degli scarichi delle marmitte delle automobili. La sigaretta accesa infatti immette nell’aria delle micropolveri che arrivano in profondità nelle vie respiratorie accumulandovi sostanze più cancerogene dei gas di scarico delle automobili.
Ogni uomo che fuma 15 sigarette al giorno inquina più di una macchina.  
Questa teoria sarebbe suffragata da un vecchio studio americano (del 1997) e da una più recente indagine dell'Enea.

Add a comment

Lavoro Nel Sociale ed Energie Rinnovabili, Al Via 6 Progetti Del GSE

GSE, energie rinnovabili, progetti socialiLavoro nel sociale ed energie rinnovabili rappresentano un connubio da sostenere. Ne è convinto il GSE (Gestore Servizi Energetici), ente nazionale dell’energia che ha patrocinato sei progetti in grado di integrare innovazione e sviluppo sociale.
I sei progetti declineranno le energie rinnovabili in alcune strutture che accolgono bisognosi, gente disagiata e persone impegnate nella formazione. Essi sono sostenuti da alcune tra le più importanti aziende produttrici e distributrici di energia, come Enel, Enel Green Power, Ecofor, E.On, Kinexia, F2I e Cogip Power.
Il primo progetto coinvolge in Centro Nisida di Napoli, che accoglie 60 adolescenti tra i 14 e i 21 anni che hanno avuto problemi con la giustizia. L’intenzione è trasformare la struttura in un centro sperimentale per il fotovoltaico. A questo scopo, verranno installati – tra le altre cose - un pergolato di pannelli fotovoltaici sull’edificio del Centro Studi e uno di solare termico sul tetto del dormitorio.

Add a comment
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed