Sabato, 15 Dicembre 2018

Eventi ed Iniziative

Buste Biodegradabili: Solo Una su Dieci È a Norma E Si Usano Ancora Troppi Sacchetti di Plastica

sacchetti di blastica, buste biogradabiliChiunque vada a fare spesa nei supermercati o nei minimarket, anche solo saltuariamente, si sarà reso conto che da un anno a questa parte (esattamente dal 1 gennaio 2011), alla cassa i vecchi sacchetti di plastica sono state sostituiti da nuove buste biodegradabili. In molti li avranno maledetti perché sono meno resistenti e spesso si rompono quando vengono caricati in modo eccessivo ma il vantaggio ecologico di questi materiali non può essere sottovalutato.
Ma una recente ricerca Ispo per Assobioplastiche presentata a Roma nel corso del convegno ''Un anno di divieto: dodici mesi di successi con molte domande'' ha messo in luce aspetti contraddittori di questa scelta ecologica. Solo un supermercato su dieci rispetta le norme prescritte per le bio-shopper.

Add a comment

Il Peso Degli Incentivi Alle Rinnovabili Sui Rincari Delle Bollette Elettriche

energie rinnovabili, fotovoltaico, bollette elettricheOgni qual volta (e capita spesso) vengono annunciati rincari delle bollette dell'energia elettrica, si alza sempre un coro di voci che vede negli incentivi alle rinnovabili (fotovoltaico in testa) il principale responsabile di questi aumenti. Purtroppo tra queste voci, spesso è presente quella dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, che seppur in tono pacato (è pur sempre un Authority indipendente) fa presente il peso degli incentivi  alle rinnovabili sulle bollette dei consumatori, dimenticando di far notare che tra le spese pagate in bolletta ci sono anche i sussidi alle fonti assimilate (che di rinnovabile non hanno nulla) e i costi di smaltimento delle vecchie centrali nucleari. Inoltre gli incentivi concessi alle rinnovabili si rendono necessari per raggiungere gli obiettivi comunitari del pacchetto clima energia (conosciuto anche come 20-20-20).

Add a comment

Manovra Salva Italia: le Novità Principali Relative All'Ambiente

Manovra salva Italia, ambienteTorniamo a parlare di Manovra Salva Italia, mentre il governo si appresta a varare la fase 2 del piano di salvataggio del Paese, denominata “Cresci Italia”, per parlare degli effetti che la prima avrà a partire dal primo gennaio di quest'anno sull'ambiente e le tematiche ad esso connesse. In realtà non tutto è stato deciso nell'ultima manovra, in quanto molti provvedimenti erano stati già varati in precedenza, tuttavia la manovra Salva Italia ne ha ribadito i termini, o come nel caso dei bonus del 36% sulle ristrutturazioni edilizie e di quello del 55% sugli interventi di riqualificazione energetica, li ha prorogati anche per l'anno in corso. Vediamo allora cosa cambia per l'ambiente a partire da questo nuovo anno, seguendo la scansione temporale dei provvedimenti.

Add a comment

Disastro Di Fukushima: Studio Stima 14 Mila Morti Negli Stati Uniti a Causa Delle Radiazioni

Disastro Fukushima, nucleare, radiazioniDopo l’incidente nucleare di Fukushima l’economia in Giappone, soprattutto nelle zone più direttamente colpite, stenta a riprendersi. Il Governo ha messo a punto iniziative per sponsorizzare il turismo nel paese arrivando perfino ad offrire biglietti aerei omaggio per il 2012. Dai giorni immediatamente successivi all’incidente tv e giornali ci hanno rassicurato sulla circoscrizione degli effetti del disastro nucleare solo all’interno dei confini giapponesi.
Ma uno studio shock mostra esattamente il contrario. Un articolo pubblicato sulla rivista scientifica “Journal of Health Services”, stima a circa 14 mila le morti provocate negli Stati Uniti d’America, a causa del materiale radioattivo trasportato dai venti. Gli autori dello studio, Joseph Mangano e Janette Sherman, hanno infatti registrato un notevole e sospetto aumento delle morti sul territorio statunitense conseguente al disastro nucleare giapponese di marzo.

Add a comment

Frane e Alluvioni: Si Investe Nel Sistema Dei Soccorsi Ma Non Nella Prevenzione Dei Rischi

rischio idrogeologico, alluvioni, frani, Anche quest'anno purtroppo alcuni territori d'Italia hanno avuto a che fare con frane e alluvioni, un dato triste che impressiona noi ma che non dovrebbe stupire gli amministratori locali e regionali. Questo perchè, secondo dati Ispra negli ultimi 80 anni in italia si sono verificate 5400 alluvioni e 11 mila frane, con 70 mila persone coinvolte e oltre 15 miliardi di euro di danni, registrati solo negli ultimi 20 anni. Dati che non si possono più ignorare e testimoniano il rapporto stretto tra dissesto idrogeologico e territorio italiano. Anche Legambiente ha indagato sulla questione nel suo rapporto annuale Ecosistema rischio, nel quale emerge che oltre 5 milioni di persone sono esposte al pericolo frane e alluvioni, molte di più di quanto previsto nel rapporto dello scorso anno.

Add a comment
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed