Giovedi, 18 Ottobre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News Anidride Carbonica: Via Libera Anche in Italia Alla Tecnologia Carbon Capture Sequestration

Anidride Carbonica: Via Libera Anche in Italia Alla Tecnologia Carbon Capture Sequestration


Anidride carbonica, emissioni, stoccaggio

Via libera anche in Italia alla tecnologia Carbon Capture Sequestration (Ccs) per lo stoccaggio geologico del biossido di carbonio. Il Governo ha infatti dato via libera al decreto legislativo, che recepisce la direttiva comunitaria 2009/31/CE e finalizzato a realizzare siti di confinamento di flussi di CO2 in formazioni geologiche sotterranee prive di scambi. L'obiettivo è quello di prevenire ad un consistente riduzione delle emissioni di gas serra entro il 2020, contribuendo così a raggiungere gli impegni del pacchetto clima assunti in sede europea e a migliorare la sostenibilità ambientale.
Sostanzialmente questa tecnologia consiste nel catturare la CO2 da una fonte di emissione (come una centrale termica) purificarla, comprimerla nel cosiddetto stato di fluido supercritico, trasportarla tramite gasdotti (o navi per le lunghe distanza).

Infine vi è una fase di stoccaggio nel sottosuolo (di solito oltre gli 800 metri) in appositii siti geologici di modo da evitare che ritorni in atmosfera. Alcuni siti idonei per lo stoccaggio possono essere ad esempio giacimenti esauriti di petrolio o gas, formazioni saline profonde o ancora giacimenti di carbone non sfruttabili. Questo perchè si sono già dimostrati idonei intrappolando in passato gas naturale e petrolio per milioni di anni. 
Positivo il Commento del Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, secondo cui . “La tecnologia CCS (Carbon Capture Sequestration) consentirà di evitare di immettere nell’atmosfera ingenti quantità di gas serra prodotte da impianti alimentati da combustibili fossili, stoccando la Co2 in giacimenti geologici”. Secondo la Prestigiacomo il decreto legislativo varato dal governo rappresenta una base normativa essenziale per consentire lo sviluppo in Italia di questa tecnologia per l’ambiente, grazie anche al fatto che evidenzia le procedure e le tutele per il trasporto della CO2, oltre che l'individuazione dei siti idonei allo stoccaggio del gas serra.

Il primo impianto di stoccaggio di anidride carbonica sarà realizzato a Porto Tolle, in provincia di Rovigo, finanziato nell’ambito dei programmi europei per l’energia ( con circa 100 milioni di euro di fondi europei), dopo la sperimentazione effettuata positivamente nella centrale Enel di Brindisi, ma ne sono previsti altri in altre regioni con la Sardegna in pole position.
Per il Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, la tecnologia CCS è innovativa sia dal punto di vista ambientale che industriale, nel cui utilizzo, grazie all'approvazione del decreto, l'Italia fa un passo avanti fondamentale. L'Europa ha in mente di realizzare 12 impianti sperimentali di stoccaggio della CO2, entro il 2015, e l'Italia si candida a svolgere un ruolo di primo piano in questa avventura.

Attivati subito
RISORSE

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed