Mercoledi, 12 Dicembre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News DAL GSE: LA  GUIDA AGLI INCENTIVI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI 

DAL GSE: LA  GUIDA AGLI INCENTIVI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI 


guidagsenerrinn010.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Dal Gse la Guida agli Incentivi per la Produzione di Energia Elettrica da Fonti Rinnovabili | Certificati Verdi | Scambio Sul Posto |

A quasi tre mesi di distanza dalla pubblicazione della guida al conto energia e ai meccanismi di incentivazione al fotovoltaicoguida
al conto energia e ai meccanismi di incentivazione al fotovoltaico, il GSE (gestore servizi elettrici) rilascia una nuova guida dedicata alla energie rinnovabili. Obiettivo della guida è quello di analizzare il quadro d’insieme delle principali normative nazionali in materia di incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con l'esclusione del meccanismo del Conto energia al quale è dedicato, come abbiamo visto, una guida specifica.
La guida si apre, dopo una breve introduzione con uno sguardo d'insieme dei principali strumenti normativi vigenti in italia per promuovere la generazione elettrica da fonti rinnovabili. Il capitolo successivo (3) è dedicato ai meccanismi di incentivazionealla produzione di energia.  Il primo meccanismo trattato riguarda i certificati verdi. Qui viene introdotto il primo importante elemento che sta alla base dei certificati vedi, ovvero la quota obbligata. Si tratta in sostanza di una quota percentuale di energia elettrica di fonti rinnovabili che gli importatori di energia devono obbligatoriamente immettere nel sistema elettrico nazionale (dal 2002). Questa quota è crescente negli anni e attualmente (2010) è fissata al 6,05%. I soggetti obbligati possono immettere energia propria prodotta da fonti rinnovabili oppure adempiere alle disposizioni acquistando da altri produttori i certificati verdi. Questi titoli hanno validità tre anni ed un prezzo variabile a seconda della domanda ed offerta di mercato. Per dare un'idea il prezzo medio ponderato delle contrattazioni di tutti i certificati registrate dal GME nel triennio 2007-2009 è apri a 88,91 euro al MWh (al netto di IVA).
Il secondo elemento di incentivazione trattato (alternativo a quello dei certificati) è la tariffa omnicomprensiva, una tariffa di ritiro dell'energia immessa il cui valore include sia la componente incentivante sia la componente relativa alla vendita dell’energia. Il valore delle tariffe omnicomprensive dipende dalla fonte rinnovabile dal quale si ottiene l'energia.
Il capitolo seguente analizza i requisiti che i vari impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili devono avere per ottenere la qualifica IAFR, indispensabile per poter accedere ai meccanismi di incentivazione quali certificati verdi e tariffe onnicomprensive. Il capitolo cinque si occupa di illustrare le modalità di remunerazione dell'energia immessa in rete, ovvero il ritiro dedicato e lo scambio sul posto. Oltre alla descrizione delle due modalità di remunerazione, il capitolo si sofferma sui requisiti necessari per accedervi e sui corrispettivi senza trascurare i riferimenti normativi.
Il capitolo successivo molto breve , si limita ad accennare alle verifiche che il Gse effettua con sopralluoghi agli impianti al fine di verificarne l'idoneità. Il capitolo sette affronta le tematiche della connessione alla rete e della misurazione dell'energia prodotta. Per quanto riguarda la connessione si ricorda che alla presentazione della richiesta il richiedente è tenuto a versare un corrispettivo per l'ottenimento del preventivo. Questo preventivo varia da 100 euro a 2500 euro a seconda delle fasce di potenza in immissione. A seconda della fascia di potenza dipenderà anche il tempo di messa a disposizione del preventivo, mentre il tempo di realizzazione della connessione è pari a 30 giorni lavorativi,(per lavori semplici) e di 90 giorni lavorativi per lavori complessi. La seconda parte del capitolo tratta in modo approfondito la modalità di misurazione dell'energia prodotta, immessa e prelevata. L'ottavo capitolo analizza l'iter autorizzativo riportando i dieci commi dell'articolo 12 del decreto legislativo. 387/2003.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Il capitolo nove, espone le tipologie di impianti che producono energia da fonti rinnovabili, con l'esclusione degli impianti che sfruttano l'nergia solare (visto che sono oggetto della guida dedicata sul conto energia) Sei le tipologie di impianti esposte:

  • Impianti idroelettrici
  • Impianti eolici
  • Impianti geotermoelettrici
  • Impianti a biogas
  • Impianti a biomasse
  • Impianti a maree, moto ondoso, correnti marine.

Questo capitolo risulta uno dei più interessanti della guida anche per la presenza di schemi che spiegano il funzionamento dei vari impianti e le modalità attraverso le quali si riesce ad ottenere energia. Chiudono la guida un capitolo dedicato ai riferimenti normativi ed un glossario dei termini più utilizzati. La "Guida agli incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili" si compone di 82 pagine ed è disponibile per il download gratuito in formato pdf sul sito del Gse, al seguente indirizzoal
seguente
indirizzo.
In generale possiamo definirla come un testo completo e molto ben fatto che unisce nozioni tecniche (e formule matematiche) ad un'esposizione chiara. Molto belle anche le immagini degli impianti rinnovabili che caratterizzano ogni capitolo della guida.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed