Sabato, 20 Ottobre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News Il Peso Degli Incentivi Alle Rinnovabili Sui Rincari Delle Bollette Elettriche

Il Peso Degli Incentivi Alle Rinnovabili Sui Rincari Delle Bollette Elettriche


energie rinnovabili, fotovoltaico, bollette elettriche

Ogni qual volta (e capita spesso) vengono annunciati rincari delle bollette dell'energia elettrica, si alza sempre un coro di voci che vede negli incentivi alle rinnovabili (fotovoltaico in testa) il principale responsabile di questi aumenti. Purtroppo tra queste voci, spesso è presente quella dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, che seppur in tono pacato (è pur sempre un Authority indipendente) fa presente il peso degli incentivi  alle rinnovabili sulle bollette dei consumatori, dimenticando di far notare che tra le spese pagate in bolletta ci sono anche i sussidi alle fonti assimilate (che di rinnovabile non hanno nulla) e i costi di smaltimento delle vecchie centrali nucleari. Inoltre gli incentivi concessi alle rinnovabili si rendono necessari per raggiungere gli obiettivi comunitari del pacchetto clima energia (conosciuto anche come 20-20-20).

Un sacrificio quindi necessario per mantenere gli accordi ed evitare sanzioni, che come abbiamo visto è stato stimato dall'aper in circa 2 euro al mese da qui al 2020, ma che produrrà benefici per quanto riguarda l'ambiente e l'occupazione pari al triplo dei costi sostenuti.
Venendo all'anno in corso, l'Autorità per l'Energia stima che la spesa per il 2012 che le famiglie sosterranno per l'energia crescerà del 4,9%, arrivando a 467 euro all'anno pro capite (in media) contro i 445 dello scorso anno.

Althesys, società di consulenza e di ricerca ha voluto approfondire il rapporto tra l'esborso pagato dalle famiglie e gli incentivi alle energie rinnovabili, scoprendo che l'aumento sarà per l'1,8% imputabile agli incentivi al fotovoltaico e per lo 0,5% agli esborsi per i certificati verdi. Complessivamente la quota è pari al 2,3% che in euro si traduce in circa 10,3 euro in più all'anno a famiglia, poco più di 8 euro per gli incentivi al fotovoltaico e circa 2 euro per le altre fonti rinnovabili (eolico, geotermico e biomasse).
Per cui l'aumento a cosa è imputabile?
Secondo i calcoli effettuati da ANIE e GIFI (associazioni di categoria) l'aumento del 4,9% è imputabile al fotovoltaico per meno del 30%, a fronte di circa il 70% imputabile alla variazione del costo dei combustibili fossili. Un dato su cui conviene anche Alessandro Marangoni, amministratore delegato di Althesys.
Per cui riassumendo le famiglie pagheranno per incentivare il fotovoltaico nel 2012, 32 euro su un totale di 467 euro previsto dall'Autorità per l'Energia, circa 2,6 euro al mese.
 
Attivati subito
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed