Giovedi, 15 Novembre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News Progetti di Efficienza Energetica: il Carrello Della Spesa Che Produce Energia Elettrica

Progetti di Efficienza Energetica: il Carrello Della Spesa Che Produce Energia Elettrica


efficienza energetica, e-cart, carrello

In una delle giornate tradizionalmente dedicate alle gite fuori porta (ndr “pasquetta”), abbiamo deciso di parlare di ambiente ed in particolare di progetti che potrebbero permetterci nel prossimo futuro di rendere più efficienti le nostre vite dal punto di vista energetico. Sono, infatti, moltissimi i progetti che ogni giorno nascono per rendere la nostra vita un po' più "green", permettendoci di risparmiare, in qualche modo, energia elettrica ed emissioni di co2. Partiamo facendo un passo indietro, ovvero alla spesa necessaria per i pranzi di Pasqua e i picnic di Pasquetta.

ECOCARRELLO
E-cart è un progetto di qualche tempo fa geniale ed efficiente al tempo stesso. Si tratta di un comune carrello da supermercato, modificato per sfruttare l'energia cinetica del movimento e “trasformarla” in energia elettrica. I carrelli sono modificati di modo da potersi connettere l'un l'altro nella parte inferiore così da poter trasferire l'energia prodotta durante l'utilizzo all'unità di stoccaggio, una volta riposti. 

L'energia prodotta passerà così di carrello in carrello fino all'unità di stoccaggio che è collegata alla rete elettrica del supermercato o centro commerciale. I due designer Kitae Pak e Inyong Jung sostengono che il risparmio di energia elettrica per il supermercato sarebbe rilevante, fino ad un mese di elettricità all'anno. I dati sono forse un po' troppo ottimistici ma prendono spunto da un'analisi precisa sulle modalità di utilizzo dei classici carrelli in un grosso centro commerciale in Corea. Il sistema di microgenerazione permetterebbe, infatti, di produrre 40W per ogni ruota del carrello, che moltiplicate per 365 giorni all'anno per il tempo che un carrello viene utilizzato (8) per il numero di utenti che utilizzano un carrello in un giorno (poniamo 3000) , porterebbe alla produzione di 1401600 kwh all'anno. Ciò permetterebbe di risparmiare all'ambiente ogni anno 196 tonnellate di CO2 e un risparmio in termini di costi elettrici pari a 131766,54 dollari annui.

I due designer hanno anche pensato alle possibili finalità sociali di questi dollari risparmiati (una volta ripagato l'investimento suppongo). Con questo denaro, infatti, si potrebbe ad esempio fornire vitamina A a 6349500 bambini per 6 mesi , si pensi,a proposito, che 500 bambini perdono la vista entro l'anno proprio per carenza di vitamina A. Oppure destinare quella cifra alla vaccinazione dei bambini o alla loro istruzione acquistando matite e libri.
Il progetto è ancora in fase di concept e non affronta alcuni punti critici della questione. Ad esempio non viene fatta menzione dei costi per ciò che riguarda l'implementazione del sistema di gestione delle batterie e dell'unità di stoccaggio né accenna ad eventuali diminuzioni della mobilità del carrello. Si suppone infatti che questi carrelli siano un po' più difficili da manovrare per via dell'attrito generato dalla dinamo. Andrebbe poi pensato l'impatto di questi carrelli sulle normali abitudini di acquisto dei consumatori. Così come sono stati pensati i carrelli mal si prestano ad essere utilizzati da famiglie con bambini, quantomeno da quelle abituate a "parcheggiare" i figli negli alloggiamenti previsti per i bambini . Ma mentre questo dettaglio sarebbe semplice da sistemare, forse più difficile sarebbe pensare a dove riporre i carrelli. Trattandosi di strumenti più delicati dei classici carrelli e necessitando di unità di stoccaggio a cui trasferire l'energia prodotta,l'ideale sarebbe pensare a delle file ad hoc all'interno dei centri commerciali o supermarket. Una soluzione però meno comoda per i consumatori, abituati a lasciare i carrelli negli alloggiamenti vicino alle proprie auto. Insomma il progetto si annuncia interessante ma andrebbero chiarite meglio alcune questioni accessorie, oltre a verificare la funzionalità e la resa dei carrelli in termini di energia effettivamente ceduta alla rete. La speranza è quella di averne presto qualcuno sottomano.
 

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed