Mercoledi, 22 Maggio 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News Qualità Dell'Aria: i Ciclisti Sono Esposti Ai Danni da Smog Più Che i Pedoni

Qualità Dell'Aria: i Ciclisti Sono Esposti Ai Danni da Smog Più Che i Pedoni


inquinamento, qualità dell'aria, ciclisti, bicicletta

Quando si parla di piani per la mobilità sostenibile nelle città si fa riferimento sostanzialmente ad un sistema che sappia amalgamare il trasporto pubblico, la mobilità pedonale e quella ciclabile, in luogo del trasporto privato, al fine di ridurre le emissioni di CO2 ed aumentare la vivibilità delle città. Obiettivi in cui le città italiane sono assolutamente indietro rispetto alle città nordiche, come abbiamo visto recentemente nel City Ranking Project, dove Roma e Milano si sono dimostrate le città più inquinate d'Europa per quanto riguarda la qualità dell'aria e le meno attive nel campo della mobilità sostenibile.

Tuttavia una recente scoperta della Queen Mary, University of LondonQueen Mary, University of London, potrebbe rimettere in discussione molti dei principi fondamentali di un buon piano di mobilità sostenibile, soprattutto per quanto riguarda la mobilità ciclabile nelle città che non possono vantare né una buona qualità dell'aria, né una valida rete di piste ciclabili. Secondo la ricerca, infatti, la mobilità ciclabile in queste città potrebbe causare più danni che benefici. Questo perchè i ciclisti inalano quantità maggiori di black carbon rispetto ai pedoni, risultando così più a rischio di subire danni ai polmoni. Con il termine black carbon, si intendono le particelle più piccole che vengono originate dalla combustione dei motori a scoppio e che secondo evidenze scientifiche possono portare, se inalate, ad una vasta gamma di effetti negativi sulla salute, dalla semplice bronchite, all'enfisema polmonare fino ad ictus ed infarto.
In concreto l'indagine, guidata dal professor Jonathan Grigg, ha comparato la presenza di black carbonnei macrofagi, cellule diffuse nelle vie aeree e adibite a distruggere il materiale esterno inalato, di cinque ciclisti e cinque pedoni che si recano al lavoro ogni giorno per le vie di Londra. Per escludere la presenza di contaminazioni esterne i candidati erano tutti di età compresa tra i 18 e i 40 anni, in buona salute e non fumatori.
Pur essendo il campione non particolarmente significativo dal punto di vista numerico, va sottolineato come dall'indagine sia emerso come i ciclisti abbiano 2,3 volte la quantità di black carbon nei macrofagi rispetto ai pedoni. Una differenza significativa, che secondo la ricerca, può essere dovuta al caso solamente per un probabilità inferiore ad una su 100. E allora qual è il motivo di questa maggiore esposizione al black carbon da parte dei ciclisti?
Secondo il dottor Cinedu Nwokoro, ricercatore che ha lavorato allo studio nonché attivo ciclista, questi risultati sono riconducibili ad una serie di fattori. In primo luogo alle diverse modalità di respiro di un ciclista e di un pedone, con i primi che anche per via del maggiore sforzo presentano una respirazione più profonda e frequente. Inoltre i ciclisti viaggiando su strade, spesso non a loro dedicate, sono più a contatto con i tubi di scappamento delle automobili, a differenza dei pedoni che camminano ai margini della strada, sui marciapiedi.
In attesa di ulteriori approfondimenti, possiamo dire che città come le nostre, che non brillano certo per qualità dell'aria, visto che 17 tra le 30 città più inquinate d'Europa sono italiane, dovrebbero riflettere seriamente sui piani di riduzione delle emissioni e sulla previsione di una vasta rete di piste ciclabili. Infatti, incentivare la mobilità ciclabile, ad esempio con il bike sharing, senza prevedere una riduzione delle emissioni, né aree dedicate ai ciclisti, potrebbe fare più male che bene alla salute dei cittadini.
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


CREDIT

Mikael Colville-AndersenMikael Colville-Andersen by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed