Mercoledi, 13 Dicembre 2017

Back Famiglia Meno di 4 Famiglie su 10 Riescono a Risparmiare

Meno di 4 Famiglie su 10 Riescono a Risparmiare


risparmi, famiglie, crisi

Crolla ai minimi la percentuale di famiglie che riesce a risparmiare. Solo il 38,7% delle famiglie, infatti, riesce a mettere da parte qualcosa a fine mese contro il 47,2% di un anno fa. A riferirlo è l'annuale “indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani” realizzata da Intesa San paolo e dal Centro Enaudi. Secondo il rapporto quasi la metà degli italiani (il 46,2%) deve utilizzare i risparmi accumulati in passato per andare avanti, mentre poco più del 20% spende esattamente quanto guadagna.
I più colpiti dalla crisi delle entrate sono i ventenni, le donne e gli esercenti e artigiani. Inoltre cresce di tre punti percentuali rispetto allo scorso anno, toccando il massimo storico, la percentuale di chi dichiara che il proprio reddito è del tutto insufficiente al mantenimento del tenore di vita (12,5%, pari ad un italiano su otto).

Tra chi ritiene di avere entrate sufficienti o più che sufficienti (l'87,5% del campione), solo il 15,2% degli intervistati ha dichiarato di non avere avuto alcun impatto dalla crisi. La riduzione dei consumi ha inciso soprattutto per le vacanze (67,2%) e per tempo libero e week end (68,3%). Inoltre il 24,3% si è messo alla ricerca di un nuovo lavoro o di una fonte di entrata integrativa, avendo successo solo in un caso ogni tre (6,7%).

Gli italiani sono un popolo di risparmiatori e, nonostante la crisi, ancora il 61,5% del campione ritiene il risparmio come un comportamento utile o indispensabile, il problema è che la crisi rende questa cosa molto difficile, come abbiamo visto.
Tra coloro che non riescono a risparmiare troviamo soprattutto i ventenni (69,4%) i residenti nel Sud (67,5%), quelli delle grandi città (66,7%) e le famiglie con reddito mensile inferiore a 1.600 euro (77,3%).
Con la crisi cambiano anche le motivazioni del risparmio. La casa non è più al primo posto, si è passati dal 25,7% del 2004 al 12,7% dello scorso anno fino al 5,5% di quest'anno. Un trend confermato anche dall'osservatorio Censis-Abi, secondo cui il mattone non è più la destinazione primaria dei risparmiIl 19,5% del campione, invece, dichiara di risparmiare per motivazione ereditarie o di trasferimento di parte della ricchezza ai figli, mentre il 12,8% risparmia per integrare la pensione.
C'è anche chi investe, sebbene quasi la metà del campione dichiari che investire è diventato più difficile anche solo rispetto ad un anno fa. I tre obiettivi principali legati all'investimento sono la sicurezza (53%), il rendimento immediato (16,6%) e la liquidità (15,8%).
Il 21,7% degli intervistati dichiara di possedere obbligazioni, che si confermano il principale impiego finanziario degli italiani, specie dei piccoli risparmiatori (32,3%). Gli investitori in azioni sono il 12,5% del campione, percentuale identica a quella dello scorso anno.
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed