Domenica, 20 Agosto 2017

Back Famiglia Crescere un Figlio: l’Italia Resta uno Dei Paesi Migliori per Farlo

Crescere un Figlio: l’Italia Resta uno Dei Paesi Migliori per Farlo


Save The Children, crescere un figlio, Italia

Il tasso di natività nel nostro Paese è in drastica scesa, complice la crisi economica. Eppure l’Italia, almeno secondo quanto emerge da un rapporto di Save the children, resta, un po’ a sorpresa forse, uno dei Paesi migliori per crescere un figlio. Nell’ultima versione aggiornata della ricerca annuale di Save the Children l’Italia si piazza infatti nelle prime cinque posizioni della classifica (su un totale di 127 Paesi considerati).
In base ai parametri considerati dalla Ong internazionale il Paese dove in assoluto è più facile crescere un figlio è il Giappone. Qui i servizi messi a disposizione dei genitori agevolano il loro ruolo. Ma ci sono anche Stati emergenti che salgono inaspettatamente diverse posizioni in classifica, come ad esempio Tanzania (+30), Turchia (+25), Angola (+21), El Salvador e Nicaragua (+20).

E il fatto che il benessere economico non sia in assoluto tra gli indici più importanti per considerare la qualità della vita di un bambino e lo svolgimento del ruolo di genitore è dimostrato dal fatto che, al secondo posto dell’elenco, troviamo la Spagna. Seguono Germania, Italia e Francia.

Emblematico senza dubbio che nelle primissime posizioni si trovino così tanti Paesi europei (nel caso di Spagna, Italia e Francia poi possiamo anche evidenziare una certa similitudine nello stile di vita dei popoli e nelle abitudini quotidiane). Sesto posto per il Canada, seguito da Svizzera e Norvegia. Chiudono la top ten Regno Unito e Paesi Bassi.
Ma quali sono i parametri presi in considerazione e che incidono nella responsabilità di crescere un figlio e nelle condizioni dell’infanzia? Salute, istruzione e nutrizione. Osservando i dati si osserva peraltro che, sebbene non manchino le situazioni critiche e gli ambiti da migliorare, a livello generale le condizioni dell’infanzia sono migliorate. Cinquanta milioni di bambini in più rispetto al 1995 hanno accesso all'istruzione, mentre le denutrizione, purtroppo ancora dilagante, colpisce comunque 36 milioni di bambini in meno. Restano situazioni di emarginazione e povertà estrema. Scendono qualche posizione rispetto agli anni passati l’Albania (-16), il Sud Africa (-24) e la Palestina (-49).
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed