Mercoledi, 18 Ottobre 2017

Back Famiglia Quanto Costa Mantenere un Bambino Nel Suo Primo Anno di Vita

Quanto Costa Mantenere un Bambino Nel Suo Primo Anno di Vita


bambino, famiglia, costi

Se ve lo siete chiesti sappiate che la risposta è tanto, anzi sempre di più. A sostenerlo è l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori che come ogni anno analizza la situazione del caro bebè in Italia. Rispetto allo scorso anno il range minimo e massimo di spesa per mantenere un bambino nel primo anno di vita è cresciuto rispettivamente del 4% e del 3%, pari in valore assoluto ad una spesa di 6.349,90 euro e di 13.844 euro. Già, tanto costa mantenere un bambino nel primo anno di vita e non stupisce allora che gli italiani, che percepiscono stipendi tra i più bassi d'Europa, facciano sempre meno figli.
L'indagine dell'associazione ha preso in considerazione tutte le voci di spesa necessarie per mantenere un bambino nel primo anno di vita e ha calcolato per ciascuna, la spesa minima e massima possibile.  

Infatti, molti prodotti hanno un prezzo diverso a seconda della marca scelta, oppure come nel caso dei pannolini sulla spesa influisce il numero di cambi. Così ad esempio per quanto riguarda latte e pappe,la forbice di valori dipende dal numero di mesi di allattamento materno, da quello di utilizzo del latte in polvere e del latte fresco. Allo stesso modo il costo delle visite mediche dipende dalla possibilità di avere un buon pediatra pubblico.
Le voci di spesa che hanno visto un rincaro maggiore rispetto allo scorso anno, per quanto riguarda la spesa minima, risultano essere: la crema per bambini (+10%), il seggiolino auto (+8%), e la spesa per i ciucci e il bagnetto (entrambe rincarate del 7%).

Passando ai valori massimi le voci di spesa cresciute maggiormente sono state quelle relative al passeggino e ai biberon (+9% per entrambe) e alla sdraietta (+6%). In assoluto la voce di spesa che più è aumentata è quella relativa ai tris, cioè carrozzine che a seconda delle regolazioni possono diventare anche passeggini e ovetti. Nell'ultimo anno questa tipologia di accessori è crescita da un minimo del 9% ad un massimo dell'11%. Nessuna voce di spesa è diminuita fatta eccezione per quella massima relativa allo sterilizzatore (-8%).
Federconsumatori sottolinea che rincari a parte, si tratta di costi insostenibili, specialmente per quanto riguarda il latte in polvere e i pannolini che presentano prezzi notevolmente più alti rispetto al resto dei Paesi europei. Tanto che non è raro trovare genitori che organizzano viaggi all'estero per fare scorta di questi prodotti o li acquistano direttamente su siti esteri in grandi quantità (sul modello dei gruppi di acquisto solidali).
Le alternative per risparmiare non sono molte e contemplano la richiesta di prestito di alcuni prodotti (esempio passeggini e culle) ad amici e parenti che non ne hanno più bisogno o l'organizzazione di eventi per festeggiare la nascita in cui vengono fatti regali utili per il futuro nascituro (Baby Shower). Anche il ricorso al mercato dell'usato può essere una buona soluzione.
Gli aiuti statali alle famiglie sono scarsi e si esauriscono nel fondo nuovi nati, un prestito di 5 mila euro rimborsabile in cinque anni ad un tasso agevolato (non superiore al 50% del tasso effettivo globale). A livello locale invece esistono iniziative che prevedono contributi una tantum di valore intorno a 500 euro. FederconsumatoriFederconsumatori (e non solo) considera queste misure insufficienti e consiglia al governo di dedicare parte dei proventi derivanti dal recupero dell'evasione fiscale a strumenti di sostegno della famiglia quali ad esempio gli assegni familiari soprattutto per i bassi redditi.
 

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 

CREDIT
Nina Matthews PhotographyNina Matthews Photography by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed