Sabato, 25 Novembre 2017

Famiglia

Povertà ed Esclusione Sociale: Quasi un Italiano su Quattro è a Rischio

rischio povertà, esclusione socialeDopo aver analizzato la condizione della povertà in Italia segnalando che nel nostro Paese l'11% delle famiglie è relativamente povero mentre il 4,6% lo è in termini assolut, l'Istat ha diffuso oggi i dati relativi al rischio di povertà (relativi in entrambi i casi al 2010). Dai dati emerge che il 18,2% delle persone residenti in Italia risulta esposto al rischio di povertà, il 6,9% si trova in condizioni di grave deprivazione materiale mentre il 10,2% vive in famiglie caratterizzate da una bassa intensità del lavoro. Rispetto al 2009 non si notano grosse differenze rispetto a questi tre parametri se non per quanto riguarda la quota di persone che vivono in famiglie a bassa intensità di lavoro, cresciuta di 1,4 punti percentuali.

Add a comment

Aspettative per l'Anno Nuovo: il Pessimismo Dilaga

pessimismo, previsioni 2012, Un sondaggio nuovo di zecca ha rilevato le percezione della gente comune sulla situazione economia del 2012. Il quadro che ne esce fuori è negativo, a tinte fosche. Insomma, a quattro anni dallo scoppio della crisi, il pessimismo dilaga. Il sondaggio è stato realizzato Win-Gallup International in collaborazione, per quanto riguardo l’Italia, della Doxa. 
E’ stata intervistata gente proveniente da ogni paese, Asia ed Africa compresi. 
A livello mondiale, si dichiara ottimista – ossia confida che il 2012 sarà più prospero rispetto al 2011 – solo il 30% degli intervistati. Il 34% si dichiara invece pessimista, prospettando un anno più duro rispetto al precedente.

Add a comment

Cala la Ricchezza Delle Famiglie, Che Rimane Però Sempre Troppo Concentrata Nelle Mani di Pochi

ricchezza famiglie, abitazioni, attività finanziarieLa crisi economica ha eroso e continua ad erodere la ricchezza netta degli italiani che dal 2007 al 2010 è calata del 3,2%, mentre tra la fine del 2009 e la fine del 2010  si è ridotta dell'1,5%. Sono questi alcuni dei dati che emergono dal dal supplemento al bollettino statistico della Banca d'Italiasupplemento al bollettino statistico della Banca d'Italia, dedicato proprio alla ricchezza delle famiglie italiane. In termini numerici la ricchezza netta delle famiglie, ovvero la somma delle attività' reali (abitazioni, terreni, ecc.) e di quelle finanziarie (depositi, titoli, azioni, ecc.), al netto delle passività' finanziarie (mutui, prestiti personali, ecc.), era pari alla fine del 2010 a 8.640 miliardi di euro. Il valore lordo raggiungeva i 9.525 miliardi di euro, pari cioè a circa 400 mila euro in media a famiglia.

Add a comment

Pensioni: Cresce la Spesa Pensionistica, il Reddito Medio È di 1084 Euro

spesa pensionistica, pensionati, InpsNel 2010 la spesa per pensioni previdenziali è stata di 165,8 miliardi di euro, in crescita del 3,1% rispetto al 2009. Il 76,6% del totale è stato erogato per le pensioni di vecchiaia e anzianità, il 16,6% per le pensioni ai superstiti e il 6,8% per le pensioni di inabilità e di invalidità. Se si considerano anche le indennità di accompagnamento agli invalidi la spesa pensionistica complessiva raggiunge nel 2010 i 191,2 miliardi, il 2,7% rispetto ai 186.1 miliardi del 2009. Sono questi alcuni dati emersi durante la presentazione del Bilancio Sociale dell'Inps.
I pensionati italiani percepiscono un reddito pensionistico medio di 1084 euro, pari a 1312 euro per gli uomini e 893 per le donne.

Add a comment

Stranieri: la Crisi Taglia Dell'86% la Crescita Dei Flussi di Immigrati

stranieri, famiglia, immigratiLa crisi con le sue ripercussioni economiche e lavorative sta anche modificando i flussi di immigrazione nel nostro Paese. Infatti, secondo quanto è emerso dal XVII Rapporto nazionale sulle migrazioni 2011, elaborato dalla Fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla multietnicità), nel 2010 si è assistito ad una diminuzione della crescita di nuovi flussi di immigrati dell'86%. Un dato mai registrato negli ultimi 8 anni precedenti. Nello specifico al 1° gennaio 2011 la fondazione ha registrato un aumento di 70 mila stranieri, rispetto allo stesso giorno dell'anno precedente, quando il saldo sul 2009 era stato positivo, invece, di 334 mila unità.
All'inizio del 2011 si contano comunque circa 5,4 milioni di stranieri in Italia (tra regolari ed irregolari), di cui il 95% proveniente da Paesi a forte pressione migratoria.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed