Sabato, 25 Novembre 2017

Famiglia

Quanto Costa Mantenere un Bambino Nel Suo Primo Anno di Vita

bambino, famiglia, costiSe ve lo siete chiesti sappiate che la risposta è tanto, anzi sempre di più. A sostenerlo è l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori che come ogni anno analizza la situazione del caro bebè in Italia. Rispetto allo scorso anno il range minimo e massimo di spesa per mantenere un bambino nel primo anno di vita è cresciuto rispettivamente del 4% e del 3%, pari in valore assoluto ad una spesa di 6.349,90 euro e di 13.844 euro. Già, tanto costa mantenere un bambino nel primo anno di vita e non stupisce allora che gli italiani, che percepiscono stipendi tra i più bassi d'Europa, facciano sempre meno figli.
L'indagine dell'associazione ha preso in considerazione tutte le voci di spesa necessarie per mantenere un bambino nel primo anno di vita e ha calcolato per ciascuna, la spesa minima e massima possibile.  

Add a comment

Gli Anziani Risultano i Più Colpiti Dalla Crisi e Sono Sempre Più a Rischio Povertà

Anziani, crisi, povertàSono gli anziani i più colpiti dalla crisi economica e dalle manovre correttive varate dagli ultimi due governi. Ne è convinta l'Auser, associazione di volontariato e di promozione sociale, impegnata nel favorire l'invecchiamento attivo, che proprio oggi ha presentato i risultati della “seconda indagine nazionale sulla condizione sociale degli anzianiseconda indagine nazionale sulla condizione sociale degli anziani”. Secondo quanto pubblicato la condizione di vita degli anziani nell'ultimo anno è peggiorata sensibilmente così come sono cresciuti i fenomeni di esclusione sociale. Questo a partire dalla riduzione del 28% circa del numero di proposte di bando dedicate ai servizi per gli anziani per arrivare alla crescita delle liste di attesa regionali per gli interventi domiciliari di contrasto alla non autosufficienza.
Le difficoltà partono però da lontano e hanno radici profonde anche in tempi precedenti la crisi, come confermano le spese sui consumi

Add a comment

Esodati: Centinaia di Migliaia di Persone Sono Senza Stipendio, Pensione e Ammortizzatori Sociali

lavoratore, esodato, ricongiunzione, pensioneIn un nostro recente articolo abbiamo analizzato le conseguenze psicologiche e sociali dell'innalzamento dell'età pensionabile, prevista dalla Manovra Salva Italia, ora torniamo sul tema per riportare le ultime considerazioni di Cgil e Inca, espresse nel dossier “pensioni negate”.
Come è facile intuire le analisi dell'organizzazione sindacale e del patronato della Cgil non sono molto tenere con il Governo. Nel definire i danni e le incongruenze della manovra che ha portato all'aumento dell'età pensionabile, viene fatto riferimento agli “esodati”, ovvero a coloro che per effetto delle nuove norme rischiano di trovarsi senza pensione, senza stipendio e senza alcun tipo di ammortizzatore sociale. Nello specifico si tratta di lavoratori dipendenti che hanno sottoscritto accordi dopo il 4 dicembre dello scorso anno e non hanno risolto il proprio rapporto di lavoro entro il 31 dello stesso mese, ritrovandosi così a fare i conti con l'innalzamento dell'età pensionabile.

Add a comment

Ruoli in Famiglia: Papà Sempre Più Mammi

famiglia, papà. figli, ruoliChi sono i papà di oggi e in cosa sono diversi da quelli delle generazioni passate? Nel nostro Paese è in corso da qualche anno un profondo cambiamento nei ruoli dei genitori. Sicuramente un fattore determinante è il maggior numero di mamme lavoratrici, il che comporta per gli uomini una maggiore collaborazione nelle faccende domestiche e nel crescere praticamente i bambini (lettura delle favole, cambio del pannolino, pappa, bagnetto etc). Ma non è solo una questione di divisione dei compiti quotidiani: è molto di più, è un cambio culturale. Si delinea un nuovo profilo di papà: sono uomini di età compresa tra i 30 e i 35 anni, con un buon titolo di studio, compagne che lavorano e figli piccoli a cui badare insieme.  

Add a comment

Le Mamme Italiane Sono le Migliori Al Mondo

mamme italiane, figli, affetto, famigliaAlmeno in qualcosa l’Italia primeggia in positivo: Le mamme. E’ questo il verdetto di Joe Queenan, giornalista del Wall Street Journal. E proprio in un articolo nella pagina della opinioni, l’italo-americano (ebbene sì, è un po’ di parte) afferma che le mamme italiane sono le migliori al mondo. Non è un giudizio campato in aria; dietro c’è una seria (?) riflessione e persino il contributo editoriale di scrittrici che hanno affrontato il tema della maternità e dell’educazione. A partire da varie pubblicazioni, Queenan ha passato in rassegna i vari modelli, in vero tutti ‘etnici’, e ha decretato il vincitore.

Cina: la mamma tigre. Estremamente ‘aggressiva’, come si evince dal nome. Le madri made in China sono molto esigenti, vietano videogiochi e trastulli vari ai bambini, li mettono sotto con lo studio.  

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed