Giovedi, 15 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Famiglia IN ITALIA LA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO È POCO EQUA, UNA FAMIGLIA SU DUE VIVE CON 2026 EURO AL MESE

IN ITALIA LA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO È POCO EQUA, UNA FAMIGLIA SU DUE VIVE CON 2026 EURO AL MESE


sputaelustra2701.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo il rapporto della Banca d'Italia "La ricchezza delle famiglie italiane 2009" il 10% delle famiglie più ricche detiene il 45% della ricchezza prodotta10%
delle famiglie più ricche  detiene il 45% della ricchezza prodotta, mentre la metà più povera delle famiglie italiane detiene solo il 10% della ricchezza totale. In termini più correnti, la maggioranza delle famiglie (circa il 61%) consegue un reddito netto inferiore ai 29606 euro, ovvero ai 2467 euro al mese (dati Istat 2008). Una famiglia su due percepisce meno di 24.309 euro e, quindi, 2.026 euro mensili. A livello geografico il reddito medio più alto si riscontra nel nord-est con 32662 euro e con metà delle famiglie che percepisce meno di 27720 euro, segue il Nord Ovest ed il Centro con un reddito medio rispettivamente di 31924 e di 31398 euro annui e un reddito mediano di 26591 e di 26002 euro. Più staccato il Mezzogiorno con un reddito medio di 24536 euro e dove la metà delle famiglie percepisce meno di 19928 euro annui. Le regioni con il reddito medio familiare più alto sono il Trentino Alto Adige (34927 euro), l'Emilia Romagna (33611 euro) e la Lombardia (33077 euro). Quelle con il reddito medio più basso sono la Sicilia (22044 euro), la Basilicata (23507 euro) e la Calabria (23849). In altri termini  metà delle famiglie del Trentino ha a disposizione circa 11 mila euro annui in più della metà delle famiglie della Sicilia, ovvero vive con un reddito inferiore di circa 920 euro in meno al mese.
Dall'analisi del grado di diseguaglianza della distribuzione del reddito (espresso dall'indice di concentrazione di Gini) emerge che la regione in cui la disuguaglianza è maggiore è la Sicilia, mentre quella dove è più equa la distribuzione dei redditi è l'Abruzzo.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Allargando il confronto all'Europa si scopre che il Paese che mostra una più equa distribuzione dei redditi è la Slovenia, mentre quello dopo la disuguaglianza è maggiore è la Lituania. Se dovessimo stilare una classifica della Diseguaglianza dei redditi nei paesi Ue, l'Italia si piazzerebbe al 18° posto su 25 Paesi18°
posto su 25 Paesi con un indice di concentrazione di Gini pari a 0,315. Se prendiamo in considerazione li Grandi Paesi Europei, in Germania (indice di Gini 0,291 - 13° posto su 25) e in Francia (indice di Gini 0,298 -15° posto su 25) la distribuzione dei redditi risulta più equa che in Italia, mentre in Spagna (indice di Gini 0,323 -19° posto su 25) e nel Regno Unito (indice di Gini 0,324 -20° posto su 25) risulta più diseguale

   


 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
blmurchblmurch by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed