Lunedi, 16 Luglio 2018

Back Famiglia Negli Ultimi 3 Anni Le Famiglie Hanno Perso 10 Mila Euro Tra Flussi Di Reddito E Ricchezza Liquida

Negli Ultimi 3 Anni Le Famiglie Hanno Perso 10 Mila Euro Tra Flussi Di Reddito E Ricchezza Liquida


Famiglie, consumi, redditi

Nelle ultime settimane abbiamo visto come secondo diverse previsioni il biennio che ci attende sarà piuttosto duro e caratterizzato da tra elementi comuni: bassa crescita, contrazione dei consumi, contrazione del reddito disponibile. Sul fronte della Crescita sia Confindustria, che la Commissione Europea che Confesercenti sono concordi nello stimare una crescita del Pil italiano per il 2011, pari a +0,7%, mentre per il 2012 la forbice di crescita non dovrebbe scostarsi molto da un minimo del +0,2% ad un massimo del +0,4%. E se gli indizi parlavano dell'Italia come di un Paese fermo, incapace di reagire alla crisi, ora un'ulteriore prova arriva anche dall'ufficio studi di Confcommercio, che sostanzialmente conferma i dati di crescita appena esposti: +0,7% nel 2011 e +0,2% nel 2012.

Anche per quanto riguarda i consumi Confcommercio ribadisce che le famiglie italiane fanno veramente fatica a stringere ulteriormente la cinghia e se nel 2011 e nel 2012 i consumi aumenteranno rispettivamente dello 0,7% e dello 0,8%, ciò avverrà, oltre che a causa delle spese fisse incomprimibili a, caro prezzo sotto la voce risparmio.
Sono stati i risparmi degli italiani, infatti, a mantenere viva la dinamica dei consumi, ma, spiega Confcommercio dal 2008 ad oggi, una famiglia media di tre persone ha perso tra flussi di reddito e ricchezza liquida circa 10 mila euro. Nello stesso periodo il reddito pro capite degli italiani è crollato del 7% con una perdita di 1260 euro a testa, mentre la ricchezza finanziaria pro capite, rappresentata da conti correnti, buoni del tesoro, fondi pensione (etc) è scesa del 3% con una perdita di 2980 euro a testa.

Il reddito disponibile delle famiglie, ha spiegato direttore dell'Ufficio Studi di Confcommercio, Mariano Bella, è previsto in calo anche per il biennio 2012 -2013 per gli effetti che avrà la manovra finanziaria sul fronte maggiore imposte, senza dimenticare anche le ripercussioni dell'aumento dell'aliquota Iva dal 20 al 21%.
Aumento dell'Iva che, spiega Bella, già ora mostra i suoi effetti sui prezzi, spingendo verso l'alto l'inflazione.

ANALISI DEL PIL REGIONALE
L'Ufficio Studi di Confcommercio ha anche analizzato l'andamento del Pil delle regioni italiane, scoprendo che a causa della crisi, ben tredici Regioni su venti presentano un Pil pro capite inferiore a quello del 2000. A crescere, a sorpresa sono le regioni del Sud, ma tale dinamica non è dovuta a migliori performance in senso assoluto, ma alla minor crescita demografica dell'Area. In assenza di interventi specifici, spiega Confcommercio, l'apporto del Mezzogiorno in termini di Pil nazionale si ridurrà ulteriormente raggiungendo nel 2017, il 22,7% valore di 1,3 punti percentuali più basso di quello del 1995.
Per quanto riguarda le altre due aree territoriali d'Italia, le regioni del Centro grazie alla maggiore presenza del terziario, confermano il loro maggiore dinamismo in termini di Pil, con una quota che cresce dal 21,6% del 2007 al 22% del 2012 (dato stimato). Dall'altra parte le regioni del Nord risentono ancora della stagnazione del comparto industriale e nel periodo della crisi sono quelle che hanno perso di più con Lombardia (-6,5%) Piemonte (-6,4% Piemonte) Veneto ed Emilia Romagna (-6,1%) in testa. Il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, nel commentare i daticommentare i dati ha sottolineato come sia necessario : “ evitare di imboccare velocemente la strada della recessione”, il cui rischio esiste ma è ancora evitabile.
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed