Martedi, 21 Novembre 2017

Back Fisco e Tasse L'Economia Sommersa Ammonta a 490 Miliardi il 31,1% Del PIL

L'Economia Sommersa Ammonta a 490 Miliardi il 31,1% Del PIL


Economia Sommersa, Evasione Fiscale, Economia Illegale

L'Economia sommersa in Italia è enorme e di difficile quantificazione. L'Ultima stima in questo senso arriva da quattro economisti in uno studio riportato sui Temi di discussione della Banca D'Italia e parla di quasi 490 miliardi di euro di economia inosservata pari al 31,1% del Pil (dati 2008). La cifra enorme contiene sia il peso dell'evasione fiscale (290 miliardi) sia quello dell'economia illegale legata alla prostituzione e alla vendita di stupefacenti (187 miliardi). Secondo lo studio la crisi ha influito sull'economia sommersa facendola crescere in maniera significativa. Infatti dal 2006 al 2008 l'economia inosservata è cresciuta del 6,5%, di 3,5 punti per quanto riguarda l'evasione fiscale e di 3 punti relativamente all'economia illegale
L'indagine ha preso spunto dall'utilizzo del contante che in Italia è enorme e che favorisce l'aumento dell'economia inosservata, essendo per definizione non tracciabile.

Sono state analizzate 91 province e stimante le transazioni irregolari connesse a prostituzione e traffico di droga, tralasciando quelle legate alla violenza (estorsioni e furti). Il risultato relativo al quadriennio 2005-2008 racconta un'Italia in cui l'incidenza media dell'evasione fiscale è stata del 16,5%, mentre quella dell'economia illegale del 10,9%. Ciò significa che in quei quattro anni il peso sul Pil dell'economia sommersa è stato in media del 27,4%.

La punta massima è stata raggiunta come detto nel 2008 con il 31,1% di economia inosservata, il 18,5% del Pil connesso ai fenomeni di evasione fiscale e il 12,6% a quelli criminali.
Un aumento che secondo lo studio può essere imputato anche all'arrivo della crisi. Un dato che potrà essere confermato da successive analisi visto che il 2009 è stato l'anno peggiori in termini di effetti su Pil, lavoro e consumi, quantomeno fino ad oggi. In ogni caso lo studio ipotizza che il “balzo” nei numeri dell'economia sommersa possa essere ricondotto in parte all'arrivo della crisi economica in Europa ed in Italia, con un calo dei consumi e degli investimenti. Il peggioramento delle aspettative di cittadini ed imprese potrebbe, inoltre, aver portato ad un aumento dell'evasione fiscale e del lavoro nero, oltre che un possibile slittamento all'interno dell'economia illegale.
Quale che sia la motivazione due ordini di valutazioni escono da questo studio. Il primo è che la misura decisa nella manovra Salva Italia del limite al pagamento per contanti, potrà sicuramente portare ad un miglioramento della situazione, a patto di mantenere alti i livelli dei controlli. Il secondo spunto di analisi è che questi due campi dell'economia illegale devono essere perseguiti con maggiore intensità perchè l'Italia non può fare a meno di quei (almeno di una parte) per rilanciare gli investimenti, rendere più equa la società civile e magari, abbassare la pressione fiscale sui contribuenti onesti, che da tempo ha raggiunto livelli non più sostenibili.
 
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed