Venerdi, 22 Giugno 2018

Back Fisco e Tasse L'Economia Sommersa Italiana Vale 540 Miliardi di Euro, il 35% Del PIL

L'Economia Sommersa Italiana Vale 540 Miliardi di Euro, il 35% Del PIL


economia sommersa, PIl, evasione fiscale, lavoro irregolare

L'economia sommersa in Italia vale 540 miliardi di euro, pari a circa il 35% del Pil ufficiale, cioè quanto il Pil di Finlandia, Portogallo, Romania e Ungheria messi assieme. É questo il dato che emerge dal rapporto sull'economia sommersa: “L'Italia in Nero” realizzato dall'Eurispes e dall'Istituto San Pio V. Si tratta di cifre decisamente importanti, per non dire clamorose che doppiano quelle registrate dall'Istat secondo cui l'economia sommersa raggiungeva il 17,5% del Pil come valore massimo (in termini assoluti si parlava di una forbice tra i 225 e i 275 miliardi di euro). E si tratta di cifre superiori anche a quelle recentemente pubblicate dal Tax research London' secondo cui l'economia sommersa italiana era pari a 418,23 miliardi di euro, valore comunque più alto d'Europa.

Tornando al rapporto: “L'Italia in Nero”, l'Eurispes piega che 280 miliardi di euro derivano dal lavoro sommerso a cui vanno aggiunti altri 156 miliardi di euro di sommerso generato dalle imprese italiane. I dati sono stati stimati basandosi sulle operazioni condotte dalla Guardia di Finanza e poi rapportati all'universo delle imprese. Vi è poi una terza componente del sommerso che riguarda ad esempio il mercato immobiliare, specie quello degli affitti a categorie quali immigrati, studenti e lavoratori fuori sede, che ammonta a 93 miliardi di euro.

Questa componente del sommerso viene definita “Economia Informale”. La somma dei tre valori ha portato ad un ammontare complessivo dell'economia sommersa pari a 529,556 miliardi di euro nel 2010, divenuti poi 540 nel 2011 (+2%). In termini percentuali il 53% dell'economia sommersa è rappresentato dal lavoro sommerso, il 29,5% dall'evasione fiscale di aziende ed imprese e il 17,6% dall'economia informale.
In proposito il rapporto ricorda la distinzione tra economia sommersa ed evasione fiscale. La prima comprende il complesso delle attività di produzione di beni e servizi che non sono rilevate dalla contabilità nazionale, in quanto legate a fenomeni di evasione fiscale e contributiva e di utilizzo di lavoro non regolare. L'evasione fiscale, che è una componente dell'economia sommersa, quantifica il mancato gettito dovuto all'occultamento volontario (totale o parziale) della base imponibile di un tributo.
Sul fronte del lavoro sommerso, altra componente dell'economia sommersa, l'Eurispes sottolinea che una causa di questa situazione è dovuta al fatto che solo un terzo delle famiglie riesce tranquillamente ad arrivare alla fine del mese, con la conseguenza che un dipendente su tre è costretto al doppio lavoro. Si tratta di una necessità perchè il peso dei mutui si fa sentire e 500 mila famiglie, nonostante le iniziative messe a disposizione dall'Abi, hanno difficoltà ad onorare i mutui per la casa. Inoltre aumenta il ricorso al credito al consumo e la “povertà in giacca e cravatta”, quella dei lavoratori di classe media che devono far ricorso a dormitori o alle mense per i poveri per poter sopravvivere.
 
Valore Conto 468 x 60

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed