Sabato, 25 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse

Fisco

Al Via gli Incentivi per Far Tornare i Talenti in Italia

Ricerca, incentivi fiscali, TalentiA distanza di oltre un anno e mezzo dall'emanazione della legge 238/2010 l'Agenzia delle Entrate ha finalmente pubblicato le linee guida sugli incentivi riservati ai cittadini dell'Unione Europea che hanno maturato esperienze culturali e professionali all'estero e che scelgono di tornare in Italia. La legge nata per cercare di invertire il fenomeno della fuga di cervelli dal nostro Paese, cerca di attirare i talenti con incentivi di tipo fiscale, sebbene non sia solo la pressione fiscale a far scappare i giovani più talentuosi quanto piuttosto la mancanza di opportunità e di meritocrazia che si respira in Italia (a tutti i livelli). In ogni caso questa misura è sempre meglio di niente sperando che prima o poi le storture che allontanoi talenti dall'Italia siano prima o poi eliminate. Vediamo in cosa consistono gli incentivi, a partire dall'analisi dei soggetti beneficiari. 

Add a comment

Distributori Automatici: Sistema a Rischio Evasione Fiscale?

distributori automatici, evasione,  fiscoUno dei pochi settori che ha fatto registrare una crescita del numero di imprese e del fatturato, in questi anni di crisi è quello dei distributori automatici. Sempre più presenti nella nostra vita, dal posto di lavoro ai luoghi pubblici i distributori automatici hanno nel tempo ampliato la gamma di prodotti venduti. Si è passati infatti da snack e bibite a prodotti via via più elaborati sia nel comparto alimentare che in quello dell'elettronica di consumo, dei giocattoli e dell'abbigliamento.
Le imprese attive sono cresciute del 6,5% solo nell'ultimo anno raggiungendo le 3186 unità.
L'Associazione Contribuenti Italiani ha però messo in luce un aspetto un po' oscuro della tipologia di vendita al dettaglio tramite distributori automatici. Vediamo di che si tratta.

Add a comment

Fisco e Privacy: i Controlli Compromettono i Diritti Dei Cittadini?

fisco, privacy, conti correntiLa lotta all’evasione fiscale è uno dei compiti che il governo Monti si è prefissato. Con quali risultati lo scopriremo solo tra qualche anno. Nel frattempo però, appaiono in netto aumento i controlli del fisco. L’aumento è così sensibile da fare allarmare il Garante della Privacy, timoroso che un’eccessiva ‘foga’ nei controlli si traduca nella violazione al diritto che l’agenzia ha il compito di promuovere e preservare.
A dire il vero, il Garante della Privacy ha dato il via all’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda la questione dei controlli sui conti correnti degli italiani. Ma con una riserva: quest’ultima dovrà mettere in atto alcune precise misure di sicurezza. Queste prevedono la cifratura dei dati, la conservazione dei dati solo durante il periodo di trattamento e la cancellazione automatica allo scadere dello stesso.  

Add a comment

Il Salario Netto Italiano è Inferiore Alla Media Ocse

salari, cuneo fiscale, tasse, lavoroCi aveva già pensato l'Eurostat a mettere in luce che gli stipendi italiani sono tra i più bassi d'Europa, suscitando la replica di Istat e Governo che invece hanno tenuto a precisare che gli stipendi degli italiani sono in linea con la media Europea e assolutamente non inferiori a quelli di Spagna e Grecia.
A ribadire che la nostra situazione sul fronte salari è invece critica ci ha pensato l'Ocse, che nel rapporto “Taxing Wages” ha sottolineato che l'Italia si trova al 23° posto sui 34 Paesi Ocse sul fronte delle retribuzioni, in discesa dal 22° dello scorso anno e dietro a Spagna, Irlanda e a tutti i big europei.
Niente disquisizioni statistiche questa volta ma solo freddi numeri a certificare le difficoltà del nostro Paese.

Add a comment

Pressione Fiscale: per il Prossimo Triennio Sarà Sopra il 45%

pressione fiscale, pareggio di bilancio, fisco, Qualche settimana fa la Corte dei Conti annunciava che la pressione fiscale aveva quasi superato il 45% e che non c'erano spazi di manovra per ridurla. La situazione già di per sé grave potrebbe aggravarsi ulteriormente se il Paese dovesse permanere in Stato di recessione per più anni. Da questo punto di vista le stime del governo parlano di un 2012 in recessione con il Pil in caduta dell'1,2%, dato aggiornato rispetto alla precedente previsione (-0,4%) e di un 2013 in crescita dello 0,5%. Il Fondo Monetario Internazionale, proprio in questi giorni ha invece espresso più pessimismo nei confronti del nostro Paese annunciando un calo del Pil dell'1,9% per quest'anno e un calo dello 0,3% per il prossimo. Con un Pil in caduta libera bisogna poi valutare le possibili ripercussioni sempre sulla pressione fiscale, visto che l'Italia ha assunto l'impegno con l'Europa di arrivare al pareggio del bilancio nel 2013.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed